alpadesa
alpadesa
  
Flash news:   Scoperta la targa d’intitolazione dei “Giardini Biagio Venezia” Torna ad Atripalda il Calendario d’artista dell’associazione Arteuropa firmato Hotel Civita: domani la presentazione La Protezione civile di Atripalda in campo per una raccolta alimentare Si accendono i riflettori sul Natale: Christmas Park, cultura e Notti Bianche. Il sindaco Spagnuolo: “Numerose le iniziative promosse dall’Amministrazione, dal parco giochi in piazza Umberto fino a momenti spettacolari con artisti di strada e divertimenti” Domani accensione di quattro alberi di Natale in città Gli Amici di Beppe Grillo all’attacco dell’Amministrazione:” La regolamentazione dell’inutile e la finta lotta all’inquinamento” Vucinic: “troppo nervosismo, brutta performance” I biancoverdi cedono al Nizhny Novogorod per 71-92 Irpinia: culle vuote, 71 i nati ad Atripalda nel 2017 Il Prefetto consegna 26 Onorificenze: il segretario comunale di Atripalda Beniamino Iorio insignito del titolo di Cavaliere

Stage di karate con 300 partecipanti alla palestra Adamo di Atripalda

Pubblicato in data: 19/1/2010 alle ore:13:24 • Categoria: Sport, karateStampa Articolo

hpim1559La scuola di arti marziali Raion di Manocalzati ha organizzato, in collaborazione con la Fesik Campania (Federazione Educativa Sportiva Italiana Karate), uno stage tecnico presso la palestra della scuola materna “Nicola Adamo”.
L’appuntamento sportivo ha visto la partecipazione di numerose società sportive provenienti da tutta la Campania.
Lo stage tecnico è un evento di prestigio per il Karate ed ha ottenuto parecchie adesioni. Si contavano domenica circa 300 atleti che hanno partecipato con attenzione alle lezioni tenute da docenti Fesik di livello regionale, nazionale ed internazionale.
hpim1538Il corso è stato organizzato dall’A.S. Dilettantistica Raion curandolo con estrema attenzione in tutti i suoi dettagli per assicurarne la spettacolare riuscita dell’evento che, per la prima volta, grazie ai promotori ha visto come location Atripalda.
Il corso, svoltosi di mattina, è stato tenuto dai docenti Antonio Cicatiello VIII dan docente nazionale Fesik, Maurizio Ferri VI dan docente regionale, Giovanni Giordano V dan docente regionale, dal maestro Francesco Cangiano ed infine dal maestro Francesco Grassi responsabile Wado Ryu.
Lo stage si è articolato in diverse fasi: una incentrata sullo studio del Wado Ryu (particolare stile di karate che fonde insieme anche tecniche di ju-jutsu e aikido) diretto dal Maestro Francesco Grassi e dai due membri di commissione Maestro Sergio Pagani e maestro Corrado Salvatore, mentre le lezioni di Karate Shotokan sono state iniziate dal Maestro Giovanni Giordano e dal M. Maurizio Ferri i quali hanno incentrato la loro lezione su alcune tecniche di kion (tecniche base), di kata (forme base) di kumite (combattimento) correlate da proiezioni a terra (difesa personale).
hpim1597L’ultima parte dello stage è stata diretta dal Maestro Cicatiello, il quale ha dispensato ai partecipanti numerose perle di saggezza sulla storia del Kata Hangetsu. Hangetsu (in giapponese “mezza luna”) è un kata avanzato praticato nel karate stile shotokan. La prima parte è eseguita lentamente e serve a marcare il respiro, importantissimo per qualsiasi stile di arte marziale. La seconda è, invece, maggiormente dinamica nella sua esecuzione, con un’esplosione di pugni e di graziosi mae geri (calci frontali).
Lo stage si è concluso con uno scrosciante applauso e la promessa da parte degli organizzatori di riproporre in città un altro evento che possa portare gli atripaldesi sempre più vicini a questa nobile arte.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,20 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it