Flash news:   Debutto internazionale a Cracovia per la XXVI Edizione de “I Luoghi della Musica” Auguri ai promessi sposi Antonio Paolantonio e Martina Labruna Reati ambientali, il Gip convalida il sequestro di un centro ecologico di rottamazione ad Atripalda Scontro in Consiglio sulla presunta incompatibilità dell’assessore Stefania Urciuoli che assicura: “non c’è”. FOTO Stasera in Consiglio comunale approda il Rendiconto 2017. Al centro del dibattito il caso dell’assessore Urciuoli Autovelox sulla Variante, postazione attiva da sabato 16 Giugno Prodotti pericolosi venduti in un negozio cinese di Atripalda, sequestrati 500mila oggetti Sidigas, De Cesare e Alberani presentano il nuovo coach Nenad Vucinic Autovelox sulla Variante, in funzione la prossima settimana. Ecco i limiti di velocità e le multe che saranno elevate Il gruppo “Noi Atripalda” chiede le dimissioni dell’assessore Stefania Urciuoli: “è incompatibile”

Divieto di vendita di tabacchi ai minori, controlli a tappeto della GdF presso i rivenditori della provincia

Pubblicato in data: 21/1/2010 alle ore:20:29 • Categoria: CronacaStampa Articolo

il-distributore-di-sigarette-intelligente-fotoNell’ambito di un articolato piano avviato dal Comando Provinciale di Avellino a seguito di una segnalazione al servizio di pubblica utilità “117”, sottoposte a verifica le rivendite di tabacchi della provincia.
L’operazione ha portato al riscontro di irregolarità per 14 distributori automatici di sigarette che, sulla base di un decreto dell’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, a partire dal 1° novembre 2009 devono subordinare la cessione di sigarette alla preventiva verifica dell’età anagrafica dell’acquirente, che deve essere maggiore di anni 16 a mezzo controllo di un documento d’identità quale tessera sanitaria e/o tesserino del codice fiscale.
L’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato ha disposto infatti che, oltre all’obbligo di verifica dell’età dell’acquirente all’atto della cessione da parte del tabaccaio, con decorrenza da ultimo fissata al 1° novembre 2009 (a seguito di difficoltà oggettive prospettate dall’ASSOTABACCAI) anche i distributori automatici installati presso le rivendite o presso i pubblici esercizi, debbano essere dotati di un sistema idoneo alla lettura automatica di documenti contenenti l’indicazione anagrafica degli utenti.

Il Comando Provinciale ha avviato specifici controlli presso i distributori automatici di Avellino e comuni limitrofi: militari della Compagnia di Avellino, agli ordini del capitano Salvatore Serra, hanno percorso in lungo ed in largo la circoscrizione di competenza simulando l’acquisto di un pacchetto di sigarette presso i distributori automatici. Più nel dettaglio i finanzieri, negli orari di chiusura della rivendita (e quindi di funzionamento del distributore automatico), hanno verificato presso ciascun apparecchio se inserendo una comune scheda dotata di banda magnetica (tipo “raccogli punti”) ma priva di riferimenti anagrafici e selezionando nell’apposita tastiera il codice per l’acquisto di un pacchetto di sigarette, venissero poi di fatto cedute le sigarette ovvero, come previsto, venisse inibita la cessione con contestuale dicitura “INSERIRE CARTA VALIDA” sul display.

La prima verifica ha interessato circa 40 distributori automatici in Avellino ed hinterland. L’azione di servizio si è conclusa con il riscontro di irregolarità per 14 distributori nei casi in cui, pur essendo inserita nel distributore una carta non contenente alcun riferimento anagrafico, veniva ugualmente consentito l’acquisto del genere di Monopolio selezionato (dopo aver inserito la carta il distributore automatico mostrava la dicitura “CARTA VALIDA – ACQUISTO ABILITATO” e permetteva l’acquisto delle sigarette).

In relazione alle constatate irregolarità rispetto alle disposizioni vigenti, nella giornata di lunedì 18 gennaio i militari della Compagnia di Avellino facevano ritorno presso le rivendite che avevano consentito l’acquisto delle sigarette senza verifica dell’età dell’acquirente e procedevano alla contestazione delle violazioni nei confronti dei titolari delle rivendite (con una sanzione che l’articolo 35 della legge nr. 1293/57 fissa in una pena pecuniaria comminata dall’Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato, Sezione di Salerno). Nella circostanza inoltre, per i 14 casi di riscontrata irregolarità, si procedeva anche all’inibizione nell’uso dei distributori automatici. E’ da segnalare inoltre che, dopo tre violazioni della stessa indole commesse in un biennio, quale sanzione accessoria, le disposizioni vigenti attribuiscono all’Amministrazione dei Monopoli la facoltà di procedere alla disdetta del contratto d’appalto di rivendita di tabacchi e/o alla revoca della gestione della rivendita.

L’attività di controllo delle Fiamme Gialle continua ad essere sviluppata nei confronti degli altri distributori della provincia, con un invito al cittadino a segnalare i casi di irregolarità onde poter meglio indirizzare l’azione di servizio (nel corso dell’attività operativa era possibile infatti constatare come il software dei distributori automatici risulta facilmente modificabile in modo da dare la possibilità di attivare o disattivare il lettore della carta inserita ed eludere la normativa).

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it