" class="thickbox">
  
Flash news:   Riqualificata la facciata di Palazzo di Città. Il sindaco: “mai vista così bella”. Messa in sicurezza la chiesa del Carmine, don Ranieri: “ora aiuto dai fedeli”. FOTO Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’ Nigeriano tenta di avvicinare una ragazzina per corteggiarla in piazza, i genitori chiamano i Carabinieri Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità”

Rifiuti, domani ancora una giornata di mobilitazione per i lavoratori

Pubblicato in data: 9/3/2010 alle ore:09:40 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

emergenza-rifiuti-atripaldaContinua lo stato di mobilitazione per i lavoratori del comparto rifiuti. Domani ancora una giornata di sospensione del servizio di raccolta in attesa di ricevere risposte concrete e definitive da parte dei Comuni morosi nei confronti del Cosmari. Questa mattina, intanto, grande manifestazione ad Avellino a cui hanno partecipato i dipendenti dell’Asa e delle aziende che si occupano dello smaltimento a valle dei rifiuti. Il corteo ha attraversato le strade principali della città per fermarsi nei pressi della Prefettura prima e sotto la sede dell’amministrazione provinciale dopo. Al termine degli incontri, tenutisi con il Prefetto di Avellino Ennio Blasco e con il Presidente della Provincia Cosimo Sibilia, non essendoci ancora le garanzie necessarie per i lavoratori, la Uil ha deciso di proseguire con la protesta anche per la giornata di domani. Al momento, infatti, non risulta che i comuni morosi abbiano provveduto all’effettivo accredito di un congruo acconto di quanto affettivamente dovuto. Nella mattinata di domani è previsto un nuovo incontro in Prefettura allo scopo di ottenere ulteriori garanzie sull’accelerazione dei tempi di risoluzione del problema e per valutare l’opportunità di istituire un tavolo di concertazione per il futuro.
I lavoratori dell’Asa e delle altre aziende coinvolte – ha dichiarato il segretario della Uil Franco De Feovivono una condizione insostenibile. Per i primi, infatti, non esistono più le garanzie di sicurezza necessarie a svolgere i proprio lavoro e non ricevono la retribuzione alle scadenze contrattuali, tutti gli altri non ricevono lo stipendio ormai da mesi. Il Sindacato a questo punto pretende che i comuni morosi procedano al versamento di tutto quanto dovuto, altrimenti la protesta non si fermerà. Anche se a pagarne le conseguenze saranno anche tutte le comunità che regolarmente hanno versato il dovuto al Consorzio e che oggi non possono usufruire del servizio non solo per la protesta e la mobilitazione dei lavoratori ma anche per mancanza di liquidità economica per garantire le assicurazioni dei mezzi utilizzati per la raccolta, per il carburante e per altri acquisti necessari a realizzare il servizio. La manifestazione di questa mattina è stato un momento importante e significativo per la Uil e per i lavoratori scesi in blocco a protestare. Gli incontri avuti con il Presidente della Provincia e con il Prefetto di Avellino, anche se non sono stati ancora risolutivi della questione, ci hanno permesso di aprire concretamente un confronto che, speriamo, possa dare i primi risultati positivi. La UIL ha chiesto anche che venga istituito un tavolo istituzionale in sede di Prefettura con le OO.SS., i Commissari liquidatori dei Cosmari AV1 e AV2, e la Società pubblica Irpiniambiente per pianificare la risoluzione delle emergenze ed il futuro dei lavoratori e del servizio che spetta a tutti i cittadini“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it