sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

L’assessore Adamo illustra il regolamento comunale per il ravvedimento sull’Ici

Pubblicato in data: 18/3/2010 alle ore:13:53 • Categoria: ComuneStampa Articolo

luigi-adamoUno strumento per combattere l’evasione fiscale nell’ambito di uno spirito di collaborazione tra Amministrazione comunale e cittadini: è questo il senso e l’importanza del regolamento per la disciplina della definizione agevolata dell’imposta comunale sugli immobili.
Il provvedimento, preparato e illustrato dall’assessore Luigi Adamo, è stato approvato nel corso dell’ultimo consiglio comunale con i voti favorevoli anche di una parte della minoranza. «In base a questo provvedimento tutti i titolari di diritti reali su immobili non correttamente o per niente censiti in catasto possono accedere alla definizione agevolata regolarizzando la propria posizione al catasto entro il 31/05/2010 e, successivamente, regolare il pagamento dell’ici (senza sanzioni e interessi) omesso, a partire dalla data (al massimo di cinque anni prima) cui far risalire l’omessa dichiarazione – spiega l’assessore Luigi Adamo (nella foto) – il pagamento va effettuato entro il 30/06/2010. Il termine fissato è stato scelto non molto lontano nel tempo, sia per allineare il pagamento della definizione agevolata con quello del’ICI ordinaria, sia per evitare che il provvedimento sia inteso come una sanatoria indiscriminata. Si è comunque riservata alla giunta la facoltà di decidere per eventuali future riaperture dei termini, laddove lo si ritenesse opportuno».
Il regolamento approvato in consiglio comunale segue i dettami della Legge Finanziaria 2005 che dispone che i comuni, constatata la presenza di immobili di proprieta’ privata non dichiarati in catasto ovvero la sussistenza di situazioni di fatto non piu’ coerenti con i classamenti catastali, richiedano ai titolari dei diritti reali sulle tali unità immobiliari, l’allineamento della situazione risultante al catasto con lo stato di fatto. «Si tratta di un importante coinvolgimento dei comuni nell’opera di contrasto all’evasione tributaria che però non ha avuto fino ad oggi applicazione, soprattutto al centro sud. Tale circostanza, difficilmente comprensibile vista la crescente “trasparenza” delle banche dati catastali, è giustificabile solo se si fa riferimento ad una difficoltà degli Enti Locali ad interpretare questo loro nuovo ruolo e nel recepire come strumento di lavoro le numerose banche dati che si sono rese via via disponibili. Invero, ulteriore causa della mancata applicazione della legge è stata una certa macchinosità delle procedure previste, attuabili solo a seguito dell’emanazione di numerose disposizioni applicative non molto pubblicizzate e sostanzialmente sconosciute dagli Enti Locali che, infatti, quando hanno anche mostrato di voler operare ai sensi della legge finanziaria 2005 , lo hanno fatto ignorando le procedure indicate», conclude l’assessore Adamo.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it