" class="thickbox">
  
Flash news:   Amministrative 2017, oggi dinanzi al Tar di Salerno si discute il ricorso presentato da “Noi Atripalda” Peppino di Capri ad Atripalda suona al pianoforte per i 50 anni del dottore Sabino Aquino e incanta tutti gli invitati. FOTO Riqualificata la facciata di Palazzo di Città. Il sindaco: “mai vista così bella”. Messa in sicurezza la chiesa del Carmine, don Ranieri: “ora aiuto dai fedeli”. FOTO Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’

Gli amministratori di Labico ad Atripalda: “Dedicheremo una strada al capitano Aversa”

Pubblicato in data: 20/3/2010 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

aversa-raffaeleQuesta mattina in città due consiglieri di Labico, comune in provincia di Roma dove nacque nel 1906 il capitano Raffaele Aversa. Al capitano atripaldese sarà intitolata la strada principale della città laziale, dove il padre Alfonso, atripaldese, comandava la locale stazione dei Carabinieri. Per la cerimonia, prevista nel prossimo mese di aprile, sarà invitato il sindaco Aldo Laurenzano con il gonfalone ad una pubblica manifestazione in consiglio comunale a Labico. Il vicesindaco e il presidente del consiglio comunale in visita alla cittadina del Sabato faranno tappa all’Antica Abellinum, alla Chiesa Madre di Sant’Ippolisto e, infine, a Palazzo di Città. Durante la mattinata sarà distribuito anche del materiale illustrativo per curare insieme al comune di Labico una pubblicazione interamente dedicata al capitano Aversa. Nella sala consiliare del comune di Atripalda è posta una targa in marmo in sua memoria, una seconda lapide posta originariamente sull’ex Volto Santo è ora in via Cammarota, fu spostata per preservarla, dopo il terremoto.

Tra i militari più attivi nella Resistenza, il capitano dei Carabinieri Raffaele Aversa, Medaglia d’oro al Valor militare alla memoria, fu trucidato alle Fosse Ardeatine il 24 marzo 1944. Durante la seconda guerra mondiale fu mandato in Africa e poi sul fronte russo. Al momento dell’armistizio Aversa si trovava a Roma. In collegamento col colonnello Cordero Lanza di Montezemolo, il capitano si diede ad organizzare i Carabinieri in gruppi clandestini con compiti prevalentemente informativi. Il 23 gennaio 1944 fu arrestato dai tedeschi con altri due ufficiali dei Carabinieri e rinchiuso nella sede delle SS in via Tasso. Sottoposto a tortura non parlò e, due mesi dopo, fu ucciso alle Fosse Ardeatine.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it