Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

La denuncia in piazza con una poesia, nota di Biagio Venezia

Pubblicato in data: 30/3/2010 alle ore:08:10 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

volantinoA volte bastano poche parole o qualche immagine per raccontare una storia: questa è l’impressione che ho ricevuto avvicinandomi a quella vetrina in piazza, su cui un anonimo novello Pasquino ha voluto denunciare un episodio che, seppur banale, ha una sua valenza. Quando si vuole, vi sono mille modi per esprimere quello che si sente e non vi potrà mai essere censura da parte di chicchessia contro chi vuole manifestare le proprie opinioni. Mi sono chiesto: chi lo ha fatto doveva apporre la propria firma? E’ giusto rifugiarsi nell’anonimato? Non ho trovato la risposta, ma per i tempi che attraversiamo quello che conta è la sostanza; quando poi essa si accompagna al buonsenso è sicuramente una buona cosa. L’aggiunta alla poesia “Canto del capraio” di F. Nietzsche del nome della “mia superba Atripalda”, con riferimento alla nostra comunità, è un tuono che diventa ammonimento per amministratori e cittadini. A me questa “pasquinata” rassicura, più di tante altre roboanti iniziative, perché dimostra che vi sono uomini e donne a cui non sfuggono neanche i minimi particolari, quando essi riguardano la collettività, e che in ultima analisi sono convinti che impegno e spirito critico siano una necessaria forma di cura della propria città. Io l’ho letta così.

Biagio Venezia

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it