Flash news:   Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola Scambio di neonate, lo zio Andrea De Vinco: «Un fatto increscioso che ha scosso notevolmente mia nipote che non vuole parlare con nessuno». A “Pomeriggio Cinque” parla anche il primario Izzo: «Ci troviamo di fronte ad un errore umano» Scambio di neonate, in città le telecamere di Barbara D’Urso Operaio vince 200mila euro al “Gratta e Vinci!” Scambio accidentale di due neonate, la Clinica Malzoni si difende. Ecco la nota stampa: “identificazione corretta, sbagliata la consegna” Le interviste di AtripaldaNews – Primi cento giorni di governo della Città, parla il sindaco Geppino Spagnuolo: «impegnativi. Abbiamo affrontato difficoltà e situazioni delicate superandole grazie alla compattezza della squadra» Istanza di Trasparenza del “Gruppo Amici di Beppe Grillo Atripalda” Neonata di Atripalda scambiata nella culla, errore sul braccialetto notato da una mamma Sta meglio il 13enne atripaldese precipitato dal tetto dell’ex scuola di Rampa San Pasquale. FOTO Operava ad Atripalda la falsa dentista scoperta e denunciata da “Striscia la Notizia”

L’Avellino piega anche il Messina

Pubblicato in data: 18/4/2010 alle ore:19:45 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

avellino-modica2Avellino.12: Apuzzo, Meola, Puleo, Moscarino, De Angelis(60′ Caso), Rega, D’Angelo, Viscido(38′ Licciardi), D’Isanto, Romano(23′ Tarquini), Majella.
A disp: Giordani, Serao, Fanelli, Esposito C. All: Marra

Messina: D’Urso, Sabatino (67′ Giardina), Olivieri, Piccoli, Altobelli, Calabrò, Petagine, Cardia, Mangiarotti (82′ D’Angelo), Cervillera (72′ Di Napoli), Sarli. A disp: Far=F2, Tavilla, Amato, Romeo D., All: Labonia.

Arbitro: Casalucci di Lecce.Assistenti: Cordeschi e Tomo di Isernia

Rete: Al 55′ Majella.

Ammoniti: Viscido e Rega per l’Avellino, Calabrò, Mangiarotti, Sabatino e Sarli per il Messina.

Angoli: 4-3 per l’Avellino.

Recupero: 4′ pt e 4′ St.

Cronaca della gara di Ottavio Picardi:

Al 2′ Avellino subito in attacco e spreca una ghiotta occasione con Majella.

C’è un errore di D’Urso, la palla arriva sui piedi di Majella che fa partire un tiro forte e secco con il piede destro, ma l’attaccante irpino non riesce ad inquadrare la porta del Messina e la sfera termina fuori.

Al 5′ ancora Avellino che si rende pericoloso con il bomber Romano, che si fa largo sull’out di sinistra ed effettua un tiro cross, la palla termina alta sopra la traversa.

Al 30′ si fa vedere il Messina con un colpo di testa di Cervillera, la sua conclusione è però da dimenticare.

Al 35′ Avellino vicino al vantaggio con Majella. D’Isanto, serve palla per Majella, l’attaccante appena entrato in area ospite calcia a botta sicura ma trova sulla sua strada il difensore Calabrò che in scivolata gli respinge il tiro con D’Urso ormai battuto.

Al 36′ l’attaccante giallorosso Sarli con un colpo di testa cerca di sorprendere l’estremo difensore avellinese Apuzzo, che blocca la sfera in elevazione.

Al 39′ peloritani pericolosi in contropiede, la palla arriva a Cervillera dopo un velo di un compagno e va al tiro con la sfera che colpisce l’esterno della rete di Apuzzo.

Al 43′ Licciardi dal limite va alla conclusione palla deviata in angolo.

Dopo quattro minuti di recupero ed una rete annullata al Messina per netto fuorigioco, gli atleti delle due squadre vanno negli spogliatoi per bere un meritato the caldo.

Alla ripresa i due Mister mandano in campo gli stessi uomini che hanno giocato il primo tempo.

Al 48′ Messina pericoloso con Cervilera.C’è un cross in area avellinese di Sabatino, la retroguardia irpina non allontana e la sfera arriva sui piedi di Cervillera che tira a colpo sicuro, ma capitan Puleo respinge il tiro del Messinese e salva la porta biancoverde

Al 54′ Tarquini entra in area e viene atterrato da Altobello, per l’arbitro, il signor Casalucci di Lecce, è rigore. Alla battuta del penalty si presenta Majella che con un tiro forte e centrale, mette la sfera alle spalle del portiere ospite D’Urso. Per l’attaccante avellinese è la settima rete con la maglia biancoverde.

Al 70′ il portiere giallorosso D’Urso raccoglie un pallone con le mani fuori area, l’assistente arbitrale segnala una punizione per i lupi che viene battuta da D’Isanto: la palla viene deviata da un giocatore ospite e giunge a Rega che crossa al centro per Moscarino, che non riesce ad colpire di testa e l’azione sfuma.

Al 71′ D’Angelo da palla a Tarquini che arrivato davanti alla porta si fa anticipare in angolo.

Al 78′ Tarquini in area serve Majella, la conclusione è da dimenticare.

All’80’ Meola in azione pericolosa per i Lupi, vicini al raddoppio. L’atleta biancoverde arriva in area Peloritana e calcia a rete a colpo sicuro ma D’Urso compie il miracolo opponendosi al tiro e sventa il pericolo.

All’82’ angolo per l’Avellino battuto da D’Angelo, ancora una volta il portiere giallorosso D’Urso si supera respingendo con i pugni.

All’83’ Licciardi va alla conclusione dalla lunga distanza palla che termina di poco fuori.

All’85’ punizione per il Messina calciata da Giardina, un compagno la tocca e la sfera termina fuori.

All’89’ Sarli su punizione dai trenta metri: palla che termina alta sulla traversa.

Al 92′ Giardino va alla conclusione ma il suo tiro viene deviato in angolo da Apuzzo.

Al 93′ Apuzzo si oppone ad Altobello e salva il risultato.

Al 94′ il Signor Casalucci con il triplice fischio fa cessare le ostilità con i Lupi che incamerano un’altra vittoria e proseguono il loro cammino verso il primato, anche se le squadre davanti oggi hanno vinto tutte e domenica si va ad Acireale contro l’Acicatena, per un’altra battaglia.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it