Flash news:   Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola Scambio di neonate, lo zio Andrea De Vinco: «Un fatto increscioso che ha scosso notevolmente mia nipote che non vuole parlare con nessuno». A “Pomeriggio Cinque” parla anche il primario Izzo: «Ci troviamo di fronte ad un errore umano» Scambio di neonate, in città le telecamere di Barbara D’Urso Operaio vince 200mila euro al “Gratta e Vinci!” Scambio accidentale di due neonate, la Clinica Malzoni si difende. Ecco la nota stampa: “identificazione corretta, sbagliata la consegna” Le interviste di AtripaldaNews – Primi cento giorni di governo della Città, parla il sindaco Geppino Spagnuolo: «impegnativi. Abbiamo affrontato difficoltà e situazioni delicate superandole grazie alla compattezza della squadra» Istanza di Trasparenza del “Gruppo Amici di Beppe Grillo Atripalda” Neonata di Atripalda scambiata nella culla, errore sul braccialetto notato da una mamma Sta meglio il 13enne atripaldese precipitato dal tetto dell’ex scuola di Rampa San Pasquale. FOTO Operava ad Atripalda la falsa dentista scoperta e denunciata da “Striscia la Notizia”

Chiesa e Coni Avellino insieme per promuovere i valori etici dello Sport

Pubblicato in data: 19/4/2010 alle ore:11:12 • Categoria: SportStampa Articolo

logo_coni-avellinoNella società contemporanea, lo sport è diventato un fenomeno di massa. Occupa uno spazio enorme nel mondo della comunicazione e – sia esso praticato in prima persona o vissuto come intrattenimento – fa ormai parte della quotidianità dell’uomo. Ma la crisi dei valori e la mancanza di un sistema etico coerente sembrano oggi aver offuscato la valenza educativa e formativa dello sport, lasciando prevalere esclusivamente l’aspetto della competizione, e di una competizione non sempre rispettosa delle regole.
La parrocchia rimane, ancora oggi, un luogo privilegiato per la promozione sportiva e un avamposto educativo strategico nel territorio, capace di accogliere tutti a partire dall’interesse per la persona.
Non a caso, le parrocchie e gli oratori hanno contribuito enormemente a far crescere l’intero sistema sportivo italiano, formando dirigenti, atleti, tecnici.
Esse rappresentano un luogo aperto in cui persone, diverse per età, per stili di vita e maturità di fede, possono ritrovarsi e vivere un’esperienza di convivialità e di maturazione personale.
La Chiesa, nella sua missione di annunciare Cristo a tutti gli uomini, non può ignorare la sfida pastorale che ai nostri giorni le viene dal mondo dello sport. Lo ha ricordato il Santo Padre Benedetto XVI nel suo Messaggio per la ventesima edizione dei Giochi olimpici invernali nel quale scriveva che il Verbo incarnato, luce del mondo, «illumina l’uomo in ogni sua dimensione, compresa quella sportiva, che attende anch’essa di essere illuminata da Dio mediante Cristo perché i valori che esprime siano purificati ed elevati sia a livello individuale che collettivo».
A svariate riprese i pontefici del nostro tempo hanno sottolineato la dimensione educativa della pratica sportiva e la sua funzione di socializzazione e sviluppo della personalità dei giovani, ma «i valori dello sport – come diceva Giovanni Paolo II – non sono automaticamente assicurati. Come tutte le cose umane, hanno bisogno di essere purificati, di essere protetti».
Da tale consapevolezza è scaturita una condivisione di valori ed obiettivi tra la Curia vescovile di Avellino ed il Comitato Provinciale del Coni che hanno inteso avviare un percorso comune per la promozione dello Sport all’interno delle parrocchie, rispolverando quel concetto di “oratorio” inteso come luogo di aggregazione e come “palestra” per la crescita e lo sviluppo fisico e spirituale.
La Curia vescovile di Avellino ed il Comitato Provinciale del Coni intendono avviare un percorso comune che possa manifestarsi attraverso una proficua collaborazione nella promozione della pratica sportiva nelle parrocchie e tra le parrocchie della provincia di Avellino.
Obiettivo prioritario del percorso avviato insieme dalla Curia vescovile di Avellino e dal Comitato Provinciale del Coni è quello di favorire, nelle realtà locali, una più stretta e organica collaborazione tra la pastorale giovanile e ed il Coni per l’organizzazione di tornei e giochi interparrocchiali, ma anche momenti di riflessione e di approfondimento sui valori intrinseci dello sport che sono quelli che promuovono la persona nella sua essenza fisica e spirituale.
Il prossimo 30 aprile, nell’ambito del Congresso Eucaristico, Coni e Chiesa di Avellino animeranno insieme il mondo dei giovani con una manifestazione in programma al Palazzetto dello Sport “Giacomo del Mauro”. Si tratta del primo di una serie di appuntamenti di cui il Presidente provinciale del Coni, Giuseppe Saviano, ha già discusso con il Vescovo di Avellino, S.E. Mons. Francesco Marino, con il Vicario, don Sergio Melillo, e con il responsabile della Pastorale Giovanile, don Marcello Cannavale.

C.P. CONI AVELLINO                                PASTORALE GIOVANILE AVELLINO
Prof. Giuseppe Saviano                              don Marcello Cannavale

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it