domenica 21 gennaio 2018
Flash news:   Il presidente dell’Us Avellino conferma la cessione della clinica Santa Rita di Atripalda Primavera Irpinia in campo domenica ad Atripalda per una migliore sanità provinciale Varato il direttivo cittadino di Forza Italia: ecco l’organigramma e i ruoli assegnati Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare

Vendita area box via San Lorenzo, Del Mauro e Iannaccone attaccano: «E’ irregolare, l’asta va ritirata»

Pubblicato in data: 9/5/2010 alle ore:10:19 • Categoria: Attualità, PoliticaStampa Articolo

box-demoliti1Va revocata per l’opposizione l’asta di vendita dell’area occupata, fino a poche settimane fa, dai vecchi box artigianali di via San Lorenzo (foto) che scade proprio domani mattina.
L’attacco parte dai consiglieri comunali d’opposizione Massimiliano Del Mauro e Antonio Iannaccone, coadiuvati dal “Circolo di via Fiume”, che denunciano l’irregolarità del bando pubblicato dall’Amministrazione comunale.
Secondo i due esponenti politici di minoranza infatti, il bando, che stabilisce un prezzo base di vendita di 85mila euro, è assolutamente da ritirare perché pieno di errori che possono ledere gli eventuali acquirenti.
«Nel bando – attacca Del Mauro – non si parla di terreno ma di cedere i box artigianali di via San Lorenzo, che sono stati già abbattuti. Inoltre  manca il parere dell’Anas e della Sovrintendenza. Chi acquisterà non può essere certo di poter edificare. Perciò la maggioranza deve revocare l’asta che si svolgerà domani mattina. Sappiamo che un potenziale acquirente si è già rivolto alla Procura e ai Carabinieri proprio perché non è stato messo nelle condizioni di poter accertare l’estensione precisa del suolo in vendita. Questo episodio denota ancora una volta l’inadeguatezza è l’incapacità di chi ci amministra».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it