sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

L’Avellino piega la Rossanese e accede nei play-off

Pubblicato in data: 23/5/2010 alle ore:10:09 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

stadio-matera1Avellino (4-3-3): Apuzzo, Meola, Puleo, De Angelis, Moreno Esposito, Viscido, D’Angelo, Licciardi (62′ Fanelli), Rega, Majella, Romano (46′ D’Isanto). A disp.: Giordani, Lonardo, Patti, Moscarino, Tarquini. Allenatore: Salvatore Marra squalificato. In panchina Santopaolo.

Rossanese (4-2-3-1): Ramunno, Trovato (86′ Granata), Carrozza, Giuffrida, Morano, Mancini, Potestio (69′ Calomino), Catalano, Vegnaduzzo, Maio (82′ Zigarelli), Vasso. A disp.: Ebanista, Blaiotta, Accaputo, Mancino. Allenatore: Costantino.

Arbitro Roca Diego di Foggi.

Assistenti Caprari Fabrizio di Roma 1 e Garito Giovanni di Aprilia.

Marcatori: All’80’ Majella (A)

Ammoniti: Vegnaduzzo, Morano e Mancini della Rossanese, Viscido e Rega per l’Avellino.

Angoli: 5 a 2 per l’Avellino.

Recupero: 6′ St

NOTE: spettatori 1500 circa, 250 circa giunti da Rossano Calabro. Ai tifosi irpini assegnato il settore scoperto dello stadio di Matera, vicino alla tribuna coperta, riservata alle autorità ed ai vip.

Commento di Ottavio Picardi:

Vittoria dove essere e vittoria è stata. Capitan Puleo crea e Majella realizza. C’è voluta una grande prova d’orgoglio del vecchio e nuovo Capitano che con la sua forza di volontà e la grande determinazione (anche se la sua prestazione in questo campionato è stata altalenante) ha consentito a Rosario Majella di gonfiare la rete dei calabresi e conquistare i meritati play-off .
Per l’attaccante avellinese è l’undicesima rete con la maglia biancoverde, forse la più importante. Mercoledì i Lupi giocheranno contro il Trapani allo Stadio “Provinciale” della cittadina sicula per i play-off.
Sicuramente in quel di Trapani, i ragazzi di Mister Marra non saranno in vacanza come giorni fa proprio contro gli amaranto nell’ultima di campionato.
Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare. Questo il nuovo motto dei nuovi Lupi.

Cronaca della gara:

Primo Tempo:

Al 9′  angolo per l’Avellino battuto da Licciardi per Rega che va alla conclusione, ma il portiere calabrese respinge con i pugni la sfera.

Al 20′ Puleo in avanti serve D’Angelo, il giocatore in maglia verde si libera della marcatura di un avversario e calcia a rete un diagonale molto forte, terminando di poco fuori.

Al 22′ D’Angelo dà a Romano una palla d’oro in area rossoblù, ma l’attaccante irpino viene anticipato prima che possa calciare a rete.

Al 25′ Avellino vicino al vantaggio con “Cobra” Romano. Il bomber batte una punizione magistrale dai trenta metri, la sfera è diretta nell’incrocio dei pali, ma il portiere Rossanese Ramunno, compie il miracolo, con un gran colpo di reni toglie la sfera dal sette e mette in angolo.

Al 29′ ci prova Rega, ma la sua conclusione è centrale.

Al 31′ Puleo ancora lui serve Romano, che effettua un tiro dal limite impegnando Ramunno in una difficile parata respingendo la sfera e la difesa calabrese mette in angolo.

Al 36′ i rossoblù su un calcio di punizione battuto da Catalano per la testa di Vasso, Apuzzo compie una grande parata.

Al 38′ ancora la Rossanese con Morano, va al tiro da buona posizione, la palla va sul fondo.

Al 39′ Rega dopo aver ricevuto palla da Majella la controlla e tira, sfera di poco fuori.

Al 41′ tiro cross di Meola dalla destra, costringe il portiere Ramunno a fare gli straordinari una respingendo la palla.

Al 42 Romano avverte dei problemi muscolari ma strige i denti.

Senza neanche un minuto di recupero il signor Roca di Foggi fa terminare la prima frazione di gioco.

Secondo Tempo.

Al posto di Romano entra D’Isanto.

Al 48” Rossanese per un soffio non passa in vantaggio con Vasso. Errore di Meola in difesa, Vasso recupera palla, la scambia con Vegnaduzzo e tira, solo davanti ad Apuzzo la palla fortunatamente va sul fondo. Brividi in casa Irpina.

Al 49” bella triangolazione Majella-Viscido-Majella, quest’ultimo stoppa di petto e calcia a rete, da ottima posizione manda alto sulla traversa.

Al 56” Rossanese in azione con Catalano colpo di testa di Morano, Apuzzo para.

Al 58” Avellino cerca di accelerare i tempi per un possibile vantaggio, ci prova con un cross di Meola dal fondo per Majella che cerca di stoppare la palla ma viene anticipato da un difensore in maglia gialla e l’azione sfuma.

Al 70” punizione per i lupi battuta da D’Angelo dal vertice sinistro dell’area calabrese, conclusione che termina di poco fuori, andando a fare la barba al palo.

Al 74” De Angelis controlla male la sfera la prende Vegnaduzzo che effettua un tiro di destro in diagonale che termina abbondantemente fuori dai pali del portiere irpino Apuzzo.

All’80” Avellino in vantaggio con una rete di Rosario Majella, che sarà la rete della Vittoria. Capitan Puleo recupera una palla nella propria metà campo, avanza e poi fraseggia con Fanelli, giunge in area, serve un pallone invitante e il giocatore biancoverde Rosario Majella a porta sguarnita non sbaglia e gonfia la rete tra il tripudio dei compagni e dei tifosi giunti fino a Matera per sostenere i propri Beniamini.

All’87”Avellino in attacco con Viscido, pallone per D’Angelo, che serve D’Isanto tiro dalla distanza, per il giocatore in maglia verde senza infamia e senza lode.

Negli ultimi minuti girandola di sostituzioni perle due formazioni, la prima in cerca del raddoppio la seconda per un eventuale e remoto pareggio che non arriverà mai, vista la determinazione dei biancoverdi e dopo sei minuti l’arbitro fa cessare le ostilità.
I Lupi così possono festeggiare sotto il settore riservato ai tifosi irpini.
Dopo la festa già da domani si penserà alla gara in terra sicula contro il Trapani.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it