sabato 26 maggio 2018
Flash news:   Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli Serie C, l’Atripalda Volleyball batte Massa in scioltezza e si prepara all’ultima trasferta della stagione Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate La Sidigas Scandone saluta la città

Abusava dell’allieva 15enne, in manette artigiano irpino

Pubblicato in data: 16/6/2010 alle ore:09:06 • Categoria: CronacaStampa Articolo

pedofiliaHa abusato della ragazzina di 15 anni che stava facendo pratica nella sua bottega. E’ finito così in manette un artigiano irpino di 57 anni. L’episodio si è verificato in uno dei comuni dell’hinterland atripaldese dove vive l’uomo e la ragazza 15enne.
Ad arrestarlo i carabinieri della stazione di Atripalda, guidati dal comandante Costantino Cucciniello, e della Sezione di Polizia Giudiziaria presso la Procura della Repubblica di Avellino in esecuzione ad un ordine di custodia cautelare in carcere per il reato, continuato ed aggravato, di atti sessuali con minori, emesso dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Avellino, Natalia Ceccarelli, su richiesta del pubblico ministero Aquilina Picciocchi, che ha coordinato per oltre 6 mesi le indagini condotte dai carabinieri.
Le indagini erano state avviate lo scorso mese di dicembre 2009, quando i genitori di una studentessa 15enne si recarono proprio presso la Stazione dei Carabinieri di Atripalda per denunciare di aver scoperto gli abusi sessuali che la figlia aveva subito da un loro vicino di casa, al quale – in virtù di un rapporto fiduciario e di vicinato – affidavano regolarmente la ragazza per motivi d’istruzione ed educazione, essendo un artigiano e avendo la figlia dimostrato una propensione per le arti. Gli accertamenti hanno permesso di accertare gli abusi che da tempo la ragazza subiva.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it