Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Partenza perfetta per la prima giornata del XVIII Trofeo Rolando D’Amore

Pubblicato in data: 11/9/2010 alle ore:07:45 • Categoria: Sport, Auto d'epocaStampa Articolo

partenzaLe quarantaquattro auto storiche sono partite, sfilando una dopo l’altra, per la prima tappa della due giorni sportiva. Dopo il raduno dei partecipanti nella sala Montevergine dell’Hotel Belsito di Manocalzati e la formalizzazione delle iscrizioni con le verifiche tecniche e sportive delle autovetture, tutte le vetture d’annata si sono spostate nel piazzale della concessionaria “Benevento Finauto” di Pratola Serra. Presenti sin dalla prima mattinata, il presidente del Green Racing Club organizzatore della gara di regolarità classica auto storiche, Eugenio Avitabile, insieme ai membri del comitato Emilio Carovello, Federico Di Iorio, Valerio Giannattasio e Sergio Spina. A fare da apripista ai partecipanti, i soci del Green Racing Club Sergio Della Pia su Lancia Delta integrale del 1990, Carmine Todesca su Ritmo Abarth 130 TC e Giuseppe Mazza su Peugeot raduno106 Rally che partecipano all’intero svolgimento della gara, pur non rientrando nella classifica finale. La classifica ufficiale sarà redatta, a conclusione di gara, in base alla somma delle penalità di ciascun partecipante relativamente ai diversi risultati ottenuti nelle prove speciali (XVI Coppa Green Racing Club, al 1° socio del Green Racing Club in classifica – VII Coppa Raffaele Iacobellis, al 1° classificato delle prove del Passo Serra – III Trofeo Giuseppe Benevento, al 1° classificato nelle prove speciali del Terminio  – III Coppa delle Dame, al 1° equipaggio femminile nella classifica assoluta –  I Trofeo Alfisti Irpini, al 1° conduttore irpino della classifica assoluta su Alfa Romeo – I Coppa del Greco di Tufo, ai primi tre classificati nelle prove speciali Tufo, il sindaco Fabio Grassi consegnerà le bottiglie di vino offerte dai produttori fiat-abarth1locali – I Coppa Circuito del Laceno, ai primi tre classificati nelle prove speciali del Circuito del Laceno in premio il tartufo nero). Sotto l’occhio vigile del direttore di gara, Rosario Moselli, gli equipaggi sono partiti puntualissimi alle 11.01 in direzione Monte Terminio – Montella – Lago Laceno. Dopo i due stop dei riordini, nuova partenza per la tratta Lioni – Taverna Aversa – Ponte Romito e l’arrivo in Corso Vittorio Emanuele di Avellino, punto di partenza per la seconda tappa di domenica. «Dietro questa manifestazione c’è un grande lavoro – dichiara il presidente Avitabile indaffarato nel centro classifica allestito all’Hotel Belsito – abbiamo rimodulato tutto il percorso, rendendolo più corto di cento chilometri e ampliato di prove speciali. Novità di quest’anno, ad esempio, il trofeo alfisti irpini istituito per i cento anni dell’Alfa Romeo festeggiato lo scorso 24 giugno anche dal Green Racing Club. In occasione del centenario, il club ha varato il marchio “Alfisti Irpini” dando appuntamento per quattro giorni agli appassionati della casa automobilistica del biscione al Circolo della Stampa di Avellino. L’iniziativa alfisti continua mettendo in palio per il premio Rolando D’Amore il primo trofeo alfisti irpini al miglior candidato irpino su Alfa Romeo. Tanti i partecipanti alla categoria tra cui Pino Maccario su Giulia GT 1.6 e Giancarlo Calise su Alfa Romeo Giulietta Spider, Mario Alvino su una stupenda Alfa Romeo 2.0 berlina del 1972. Altra novità la 1 aston-martincoppa greco di tufo.Altra novità la 1 coppa circuito del Laceno. Nonostante il grande impegno nel campionato italiano, il Green Racing Club ha, inoltre, deciso di aderire all’iniziativa “Salviamo la Dogana”. Domani 12 settembre, insieme a Franco Festa, parteciperemo con le auto dei nostri soci alla manifestazione in difesa dello storico simbolo avellinese». «Una nutrita partecipazione da ogni parte d’Italia – aggiunge Federico Di Iorio, segretario del Green Racing Club -. Le scuderie sono arrivate nella nostra Irpinia da Palermo a Ferrara passando per Avellino, Salerno, Taranto e Potenza a rappresentare tutto il Paese in questa gara valida per il campionato Italiano ACI – CSAI».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it