sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Caos mercato, il Consiglio di Stato rigetta il ricorso in appello del Comune. Il commento di Strumolo

Pubblicato in data: 14/9/2010 alle ore:23:00 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

mercato-sospeso51Nuova bocciatura dal Consiglio di Stato per il comune di Atripalda.
La V sezione del Consiglio di Stato ha infatti rigettato questa mattina il ricorso in appello presentato dal Comune di Atripalda e volto ad ottenere la sospensiva della famosa ordinanza che imponeva la riapertura di via San Lorenzo entro il 31 agosto.
Una nuova pronuncia da parte dell’organo romano che per l’ennesima volta boccia il Comune del Sabato nella querelle giudiziaria che lo vede contrapposto con le aziende “Prosidea Spa ed Alto Carburanti Srl” di via San Lorenzo.
Questo il commento dell’imprenditore Strumolo.
«Vorrei chiedere a quest’amministrazione – afferma il ricorrente, l’imprenditore Attilio Strumolofino a quando vorrà portare avanti questo scempio, tant’è che a tutt’oggi abbiamo assistito all’ennesimo tentavito escusso dal Comune e quindi dai suoi amministratori per tentare di ribaltare la pronunciazione del Tar dello scorso 9 luglio. Mi meraviglio che nel ricorso presentato oggi, il Comune, per vie giudiziare molto esose economicamente, chieda un congruo lasso di tempo per l’individazione di soluzioni alternative a quella scellerata posta in essere in via San lorenzo. Un amministratore pubblico dovrebbe salvaguardare ad ogni costo l’interesse di tutte le parti in campo senza preclusione alcuna».
Sulla vicenda mercato, il ragioniere Sergio Capaldo ha commentato come “esagerate” le sue iniziative. Cosa risponde? «Siamo in democrazia e ognuno ha la facoltà di esprimere liberamente il proprio pensiero – conclude Strumolo -. Mi meraviglio però che l’amico Sergio abbia espresso dei giudizi a proposito del mercato a dir poco frettolosi. Da una persona oculata ed attenta come lui mi sarei aspettato, considerato che non ci siamo mai confrontati sull’argomento, che almeno avesse ascoltato la mia versione. Gli suggerisco se, il tempo gielo consente, di verificare tutti i miei interventi a proposito, che sono stati sempre finalizzati alla mediazione e mai all’esagerazione».
La nuova bocciatura mette seriamente a rischio il futuro del mercato in città che quasi certamente non si svolgerà prima di fine mese.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it