sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Caos parcheggi a pagamento in centro, sospeso di nuovo il servizio

Pubblicato in data: 12/1/2011 alle ore:09:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

parcheggi-abusivi3Ancora caos nei parcheggi a pagamento ad Atripalda. E’ stato nuovamente sospeso il servizio di sosta a pagamento nel centro cittadino della valle del Sabato ed i parcheggiatori incaricati di riscuotere le tariffe allontanati dagli agenti di polizia municipale.
Una vicenda che sta assumendo i contorni del grottesco, segnata da irregolarità che vanno avanti dall’inizio del 2010.
Tutto ha avuto inizio poco prima di Natale quando da un’attività di accertamento condotta dai Carabinieri della locale stazione, diretti dal comandante Costantino Cucciniello, è emerso che tutti i parcheggiatori operanti nel centro città risultavano abusivi. I sei che prestavano servizio erano infatti sprovvisti di autorizzazione perché era scaduta ad inizio 2010 la convenzione affidata alla cooperativa sociale «Oltre l’Orizzonte» ed il Comune non aveva provveduto a rinnovarla visto che è intenzionata ad installare i parcometri, nonostante la prima gara fosse andata deserta. Prima che potessero scattare le denunce furono coperti i cartelli indicanti la sosta a pagamento nel centro, come lungo via Roma, con delle buste nere, mentre i parcheggiatori sparirono. Ne sono seguite diverse riunioni tra il vicesindaco Aquino ed i parcheggiatori per trovare una soluzione e consentire un lavoro alle sei persone impegnate nei controlli della sosta. Una corsa ai ripari da parte del Comune che ha portato a regolarizzare la posizione dei sei lavoratori temporaneamente assunti fino al 31 gennaio dalla ditta «Roberto Cappiello».
La vicenda è di nuovo precipitata però sabato pomeriggio quando gli agenti della Polizia municipale hanno diffidato i parcheggiatori a continuare il servizio in città ed hanno ritirato i tagliandi anonimi che rilasciavano dietro il pagamento della tariffa di sosta. I tagliandi infatti erano senza intestazione, data e orario. A richiedere l’intervento dei vigili il capogruppo consigliere di «Al Centro per Atripalda», Arturo Iaione che presenterà una interrogazione consiliare urgente per capire come mai centinaia di cittadini sabato pomeriggio hanno pagato il parcheggio dietro presentazione di una ricevuta anonima.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 3,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it