Flash news:   “L’aggregazione sociale è ancora possibile?”: venerdì dibattito pubblico Gestione Sprar, accolto il ricorso in autotutela della Misericordia. Il presidente Vincenzo Aquino: “motivo di soddisfazione, puntiamo a favorire un’effettiva integrazione dei migranti” Si vivono momenti di apprensione per la scomparsa di Francesco Pio Graziani: “La squadra ha saputo reagire” Seconda vittoria consecutiva per la Calcio Avellino Ssd Gran finale questa sera nel centro storico per la XIXesima edizione di “Giullarte” Atripalda di nuovo al centro di un caso di allontanamento, “Chi l’ha Visto?” sulle tracce di Francesco Pio Stasera “la Festa dei Folli” a Giullarte, ieri il taglio del nastro. FOTO Festeggiamenti San Sabino, in migliaia al concerto di Masini. Tantissimi fedeli alla messa e processione per il Patrono. FOTO “La Bodeguita de Ana” recensita da il Giornale

La Sidigas fa suo il derby contro Sorrento con uno strepitoso Marolda

Pubblicato in data: 5/2/2011 alle ore:20:04 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

esultanza sidigasSidigas Atripalda 3
Msc Crociere Sorrento 1
Progressione set (29-27/ 25-18 /23-25 / 25-16)

La Sidigas non perde colpi e conquista la vittoria numero tredici nel derby casalingo contro Sorrento. Il risultato finale di 3-1 è buon testimone di un match insidioso come da pronostico. La formazione peninsulare tenta a più riprese lo sgambetto anche per via delle non perfette condizioni atletiche di alcuni giocatori di casa colpiti da malanni dell’ultimo minuto. Nei momenti clou della sfida è quasi sempre un inesauribile mister Marolda a trascinare i biancoblu alla conquista dei tre punti.
Pronti via e Sorrento mette il naso avanti. Un vantaggio che gli ospiti conservano fino alle battute finali (5-8 / 14-16 / 19-21) del primo set. Gli errori al servizio fanno pendere l’ago della bilancia in favore di Atripalda, il 29-27 porta la firma di Marolda.
Gli ospiti accusano il colpo nel secondo set. Quando la Sidigas spinge sull’acceleratore Sorrento non riesce a rientrare in gara nonostante la buona vena del brasiliano Costa in attacco e dell’ex Bassi a muro. 
Si va sul 2-0 e per Atripalda sembra fatta. Sorrento però, dimostra di non voler perdere. Scialò è devastante fino a che le misure del muro atripaldese non lo contengono. Palla set per gli ospiti, Marolda cerca ma stavolta non trova le mani del muro e si va al quarto gioco. È veemente la reazione atripaldese sul 2-1, la capolista non vuole lasciare punti per strada: in ricezione e in difesa si sfiora la perfezione totale, in attacco le percentuali non sono le solite ma bastano a far festa. Il quarto set, 25-16, non è mai stato in discussione.
Semmai ce ne fosse stato bisogno il derby ha mostrato cosa sarà il girone di ritorno: una continua battaglia anche contro squadre di centro classifica. La Sidigas intanto si gode il meritato primato. Sabato trasferta a Reggio Calabria per la seconda di ritorno.

Tabellino punti Sidigas

Bruno 13, Cuomo 10, Marolda 18, Libaro 3, D’Avanzo 14, Guerrieri 17, Coppola (L- 74%), Amodeo, Matarazzo, Spina, Losco. Allenatore: Marolda – Imbimbo (2° all.) – D’Argenio (preparatore).

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it