Flash news:   Ex guardia giurata spacciava droga, la Polizia arresta 37enne atripaldese “Festa dei Popoli”, l’affondo di Giovanni Ardolino: “solo vetrina propagandistica di certa sinistra italiana e atripaldese” Truffatore seriale napoletano arrestato dai Carabinieri di Atripalda “Uno stile di vita come prevenzione e cura”, domani sera convegno nella chiesa di San Nicola da Tolentino “Irpinia, Musica e Castelli” di scena ad Atripalda sabato con un concerto nella chiesa madre Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda Concerto “New Ensemble Toscanini” venerdì 15 dicembre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Al via il cartellone degli eventi “A Natale…Vivi Atripalda” promosso dall’Amministrazione tra pista sul ghiaccio, musica e notti bianche lungo il fiume Sabato. L’assessore Urciuoli: “ventinove iniziative per la città” Rinviato a giudizio l’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Vincenzo Salsano Gli auguri del capogruppo consiliare Paolo Spagnuolo a Raffaele Pipola: lunedì sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica

Sasà Marra: «Guardiamo avanti giocando partita per partita»

Pubblicato in data: 5/2/2011 alle ore:18:56 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

marraIl tecnico biancoverde, Salvatore Marra (foto), in occasione della presentazione del nuovo acquisto Vincenzo Maisto, fa un’analisi del mercato di gennaio per merito del ds Nicola Dionisio: «La squadra ha raggiunto una sua fisionomia. Non possiamo più permetterci di giocare e sperimentare. Da oggi in poi partiremo sempre da una base e, in corso d’opera, apporteremo i dovuti correttivi. Avere giocatori di qualità in rosa fa sempre piacere sia perché in allenamento c’è concorrenza sia perché sanno bene che qui non si ragiona pensando all’individualità, ma al collettivo. Abbiamo già perso troppi punti per strada per qualche errore commesso da tutti, ora non c’è più tempo per pensare, bisogna agire. Siamo qui per recuperare e tracciare la linea. Intanto dovevamo pensare a vincere fuori casa, adesso, invece, dobbiamo essere bravi a non sprecare quella vittoria conquistata a Mugnano. Dobbiamo resettare tutto, dobbiamo guardare agli errori passati per non ripeterli più e trarre i lati positivi da tutto e convincerci che stiamo facendo cose buone. Abbiamo una grande opportunità contro la prima della classe dimostrando che non siamo inferiori. Però questo non significa che battendo il Latina arriviamo primi. Dobbiamo essere solo bravi a sfruttare eventuali passi falsi delle avversarie. Non riesco a guardare oltre la gara con il Latina in questo momento, perché rischieremo di inciampare. Questa è una squadra che deve guardare partita per partita. Colgo l’occasione per invitare tutti a non fare tabelle perché già in passato abbiamo pagato i calcoli, ma di guardare ad una gara alla volta. Le soste sono anomale e pericolose ma dobbiamo mantenere alta la concentrazione. Stavamo cercando di raggiungere la mentalità vincente e ci siamo fermati, ma ci aspetta il Latina e non possiamo permetterci cali di concentrazione. Non mi aspettavo che il Latina sarebbe stato in testa alla classifica, ma se non ha mai perso vuol dire che qualcosa di buono ce l’ha. La gara dell’andata è stata falsata perché abbiamo giocato in nove per quasi un’ora. In questa categoria non è facile giocare con le televisioni e in posticipo, anche noi abbiamo fallito con l’Aversa. Ci vuole sangue freddo quando già conosci i risultati. Non è stata una gara brillante quella dei ciociari, ma quando si è in vetta non è facile mantenere il ritmo alto. Il Milazzo sta in forma, mentre il Latina ha risentito della pressione. Noi inseguitrici dobbiamo essere bravi ad approfittarne. Peluso è un giocatore importante. Il suo arrivo ci offre soluzioni nuove, ringrazio la società che ha portato questi giocatori nel mercato invernale rafforzando la squadra in tutti i reparti. Rispetto agli altri esterni, Peluso è più offensivo, ma si deve applicare anche nella fase difensiva come i compagni. Faccio un passo indietro e mi assumo tutta la responsabilità per l’esordio di Acoglanis a Milazzo, quello è stato un mio errore. Non l’ho messo in condizione di esprimersi al meglio, ma con il Neapolis ha fatto bene. È entrato in corsa ed è stato bravo sia ad interdire che a chiudere la gara. I nuovi arrivati si ritaglieranno uno spazio importante, ma non possiamo stravolgere tutto subito. Diego è importante non a caso l’anno scorso ha vinto il campionato a Castellammare. Cercheremo di portare quanti più tifosi è possibile al campo e lo faremo attraverso i risultati. Ci sentiamo in colpa per i risultati altalenanti, dispiace che la prima vittoria esterna sia stata senza pubblico, ora cerchiamo di regalare un sorriso contro la capolista, abbiamo sempre sentito l’affetto dei tifosi e vogliamo ripagarli, spero che vengano in tanti».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it