Flash news:   L’atripaldese Massimo Spagnuolo eletto nuovo presidente della Fiaip di Avellino Laurea Alessia Del Pizzo, auguri dalla famiglia Ussi, premiato il giornalista irpino Giuseppe Petrucciani Prima vittoria in trasferta per la Sidigas Scandone Avellino: battuta la The Flexx Pistoia per 71-86 Terza sconfitta per l’Avellino contro il Pescara di Zeman Tentato furto all’Unieuro: un arresto e una denuncia L’Amministrazione Spagnuolo incontra il Comitato Appia su diverse problematiche: parco Acacie e mercato, platani e struttura sportiva Lo sloveno Erik Gliha è un calciatore dell’Avellino Serie C, Atripalda buona la prima: battuto 3 a 0 il Pomigliano Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola

Bagno di folla per l’estremo saluto a Pasquale Guanci, Don Ranieri: «Preghiamo per lui, solo Dio può giudicare»

Pubblicato in data: 10/2/2011 alle ore:12:49 • Categoria: CronacaStampa Articolo

10022011006«Preghiamo tanto per Pasquale come lui ci ha chiesto. Anche se non condividiamo l’accaduto, lo rispettiamo. Solo Dio può giudicare», con queste parole d’amore e di conforto Don Ranieri Picone ha celebrato l’omelia funebre per Pasquale Guanci. Tutta la città presente questa mattina nella Chiesa Del Carmine per dare l’estremo saluto a Pasquale.
«Un appuntamento inaspettato quello che Pasquale ci ha dato qui questa mattina – ha continuato Don Ranieri – ci ha voluti tutti uniti nella preghiera. Pasquale trascorreva in Chiesa gran parte del suo tempo, sottraendolo anche alla famiglia, che oggi, nel giorno del suo funerale, ha scoperto quante attività benefiche il caro Pasquale portava avanti nel silenzio della sua fede», familiari, colleghi, amici, conoscenti e tantissimi volti sconosciuti alla famiglia hanno preso parte con commozione alla cerimonia religiosa, tanto da dover chiudere al traffico via Roma, a testimonianza di quanti gli volevano bene per il suo essere persona buona, onesta e pronta a dare una mano ai più bisognosi.
10022011Dopo il rito funebre celebrato da Don Ranieri i compagni della Confraternita, il sindaco Laurenzano e alcuni amici hanno voluto leggere un messaggio di saluto, «Siamo ancora scioccati e increduli per la tragica decisione presa alla vigilia di San Sabino – ha commentato il sindaco – Pasquale aveva tanti progetti che devono essere portati avanti per lui». Parole seguite da un sentito applauso da parte di tutti i presenti.
Intanto rimangono ancora oscure le motivazioni che hanno portato il sessantenne dipendente comunale a compiere il tragico gesto. 

10022011010

100220110091002201100810022011011

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it