Flash news:   Rissa in palestra, il comune avvia procedimento amministrativo e diffida sull’utilizzo a porte aperte. Botta e risposta tra sindaco ed ex primo cittadino Promessa di matrimonio sposi Morrongiello-Picariello, auguri Elezioni Rsu al Comune, vince la Cgil. La soddisfazione del responsabile Valter Ventola Il Circolo si fa in tre tra Lazio, Campania e Sicilia Bilancio di Previsione 2018, il Prefetto diffida il Comune e l’opposizione di “Noi Atripalda” attacca l’Amministrazione sull’aumento della Tari con un manifesto Dieci anni dopo l’Half Marathon domani torna “l’Irpinia corre”, il sindaco: “occasione di promozione del nostro territorio e di aggregazione per i giovani” Via libera dall’Anas all’installazione dell’autovelox sulla Variante: sarà spostato di 150 metri più avanti. Parla l’assessore Musto Conclusa la potatura dei platani parla la delegata Anna De Venezia: “abbiamo scelto la salute degli alberi realizzando una potatura più leggera” Mancanza del certificato di agibilità per pubblico spettacolo e dell’autorizzazione del sindaco, scoppia il caso della palestra “Adamo” dopo la lite di sabato e la denuncia dei Carabinieri. Il sindaco: “Stiamo percorrendo l’iter per far acquisire alla struttura i requisiti necessari” Atripalda Volleyball, per la serie D sfuma il sogno promozione: passa il San Marzano

Picchia la madre a sangue davanti ai Carabinieri: arrestato il piromane di piazza Garibaldi

Pubblicato in data: 10/2/2011 alle ore:16:14 • Categoria: CronacaStampa Articolo

piazza-garibaldiHa picchiato a sangue la madre anche dopo l’intervento dei Carabinieri. Trauma cranico e addominale e lividi ovunque per l’anziana donna aggredita dal figlio, nella serata di ieri, all’interno della sua abitazione in Largo Annunziata. L’uomo, I.G. classe 1970, era stato già denunciato tre giorni fa per l’incendio della bottega dell’artigiano di piazza Garibaldi. Il pregiudicato è stato ora arrestato per maltrattamenti in famiglia e scortato al carcere di Bellizzi Irpino a disposizione dell’autorità giudiziaria avellinese.
A dare l’allarme di quanto stava accadendo ieri sera, una vicina di casa che udendo le forti urla ha allertato i Carabinieri della locale Stazione. I militari, già in servizio perlustrativo esterno, si sono recati immediatamente sul posto già noto per svariati interventi effettuati per le continue aggressioni del figlio contro i familiari. 
I Carabinieri, giunti nell’appartamento tra le urla della donna visibilmente agitata e con un livido all’occhio destro, hanno evitato che il giovane continuasse a infierire sulla madre. L’aggressore, infatti, anche davanti ai militari, continuava ad inveire contro di lei sia verbalmente, accusandola di essere la causa del litigio, che materialmente con schiaffi al volto. La donna ha subito confermato di essere stata aggredita e picchiata nuovamente dal figlio che si è scagliato anche contro mobili e suppellettili. La casa, infatti, era totalmente a soqquadro con porte staccate dai cardini e sfondate, schegge di piatti, pasta cotta disseminata dappertutto. I militari hanno chiesto rinforzi e bloccato l’aggressore. Sul posto anche il personale medico del 118 che ha diagnosticato alla donna un trauma cranico e addominale, con ecchimosi diffuse, alcune di qualche giorno addietro. La donna è stata ricoverata all’ospedale Landolfi di Solofra con una prognosi iniziale di 20 giorni.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it