sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Scatta l’allarme, sfuma il colpo alla gioielleria «La Rocca» nella sede di Avellino

Pubblicato in data: 13/2/2011 alle ore:14:08 • Categoria: CronacaStampa Articolo

corso-vittorio-emanuele-avellinoL’allarme è scattato nel cuore della notte alla centrale operativa della Cosmpol. I malviventi stavano tentando di introdursi nella gioielleria «La Rocca», nella sede di Avellino al corso Vittorio Emanuele.
Il negozio è di proprietà della nota famiglia atripaldese di gioiellieri La Rocca-Saporoso.
Il segnale dell’antifurto ha messo in fuga i rapinatori rendendo vano il loro piano criminoso. Pochi minuti più tardi, è giunta sul posto una pattuglia della società di vigilanza privata a cui è stata affidata la sorveglianza dell’oreficeria «La Rocca», bersaglio dei ladri. I ladri hanno forzato l’ingresso dell’attività commerciale, nel cuore della città, nel tentativo di svaligiarla. L’audace e ben congegnato furto ai danni dell’oreficeria non è dunque riuscito per un imprevedibile contrattempo. I ladri non avevano fatto i conti con l’efficiente sistema di allarme installato nel negozio. Probabilmente nei giorni scorsi hanno controllato orari di apertura e chiusura della gioielleria e abitudini dei titolari, studiando ambiente e movimenti. Fino a tentare il colpo. Hanno atteso la notte e che le strade fossero deserte per poter entrare in azione. Approfittando dunque del buio, la banda si è diretta verso il negozio. Nervi saldi, arnesi per scassinare alla mano, dopo i primi tentativi di effrazione, il congegno di sicurezza ha iniziato a suonare, spaventando però i malviventi e mettendoli in fuga. L’allarme ha permesso agli agenti della sorveglianza privata di giungere tempestivamente sul posto. Dopo il primo sopralluogo sono stati allertati anche i Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino e sul posto è giunto immediatamente anche il titolare del punto vendita, l’atripaldese Roberto Saporoso. I ladri, secondo i primi rilievi, avrebbero tentato di forzare la porta d’ingresso, sulla quale sono stati trovati segni di manomissione. Nulla però è stato asportato. I militari hanno rilevato le impronte che i rapinatori hanno lasciato e avviato le indagini per poter risalire alla loro identità. Nelle mani degli inquirenti anche alcuni filmati delle telecamere posizionate nelle vicinanze di altri negozi.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it