alpadesa
  
Flash news:   Troisi si dimette da assessore e consigliere comunale, nota del sindaco e del capogruppo di maggioranza Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili”

Lacrime e dolore nel giorno dei funerali di Carmine Spina. Morsa (Fiom): “Ciao Carmine, artista incompreso”

Pubblicato in data: 18/2/2011 alle ore:13:00 • Categoria: CronacaStampa Articolo

chiesa-madreLacrime, dolore e tanta commozione stamattina ad Atripalda per l’addio a Carmine Spina, l’operaio cassintegrato della Fma che si è tolto la vita mercoledì mattina.
Una folla commossa e silenziosa di persone ha voluto così salutarlo calorosamente, per l’ultima volta.
Una chiesa, quella di Sant’Ippolisto Martire, nel cuore del centro storico, gremita fino all’inverosimile da tantissimi ragazzi, amici, colleghi dell’Fma e forze sindacali,  come la Fiom e Cgil in cui aveva a lungo militato portando avanti tante battaglie a difesa del lavoro. Atripalda si è così fermata per rendergli omaggio. Commozione e forte dolore si registravano ovunque. Ad officiare il rito funebre Don Enzo De Stefano.
Ai familiari il cordoglio della redazione.

Ciao Carmine, artista incompreso. Qualsiasi possa essere la circostanza e il modo in cui viene a mancare una persona giovane, si tratta sempre e comunque di una immane tragedia che toglie il respiro e lascia, più o meno tutti senza parole“. Sul suicidio interviene Giuseppe Morsa, delegato Fiom all’interno dello stabilimento Fma di Pratola Serra. “La convinzione comune – aggiunge – è che un giovane non può e non deve morire. La morte di Carmine è difficile da accettare. Ognuno, quando se ne va, lascia un vuoto incolmabile : nel luogo dove vive, fra gli affetti più vicini, i parenti, gli amici e i conoscenti. Questo vuoto Carmine lascia in chi , come me lo ha conosciuto, frequentato e rispettato. È difficile per me dedicare qualche riga al mio collega Carmine che se n’è andato in silenzio, lui che ha riempito di parole, dette a voce e scritte, la nostra vita lavorativa negli ultimi 10 anni, ma lo farò perché se lo merita. Carmine era un ragazzo serio, garbato, rispettoso e soprattutto un gran lavoratore. Non sono parole di circostanza che si scrivono per ricordare una persona cara che ci ha lasciati. Ma era proprio così: una brava persona. Ricordo il nostro primo incontro, non fu a lavoro, ma casualmente ci incontrammo a casa di un amico comune e lui subito mi volle parlarmi delle tante sue opere d’arte che era capace di creare. Carmine era anche un bravo falegname. Con orgoglio ci teneva a far sapere che nessun attimo della sua giornata era trascorso senza creare qualcosa. Con lo stesso entusiasmo creava fumetti per raccontare la vita di fabbrica , spesso descrivendo la sua stessa condizioni lavorativa nel suo posto di lavoro, di cui andava fiero. Carmine era anche un attivista sindacale. Spesso abbiamo anche litigato su come bisognava interpretare il nostro impegno all’interno della FMA. Ma lui non portava rancore, dopo una litigata era pronto a ricucire e a ripartire insieme. Ora Carmine se ne andato, non verrà più alla FMA. Non verrà più al sindacato. In una fredda nottata di febbraio è andato via per non fare mai più ritorno. Non si tratta di una trasferta a Termoli, come quella che lo ha portato lontano da noi, lo scorso anno. Carmine andrà montare motori o a riparare mobili in un posto lontano dove tutto sarà meno difficile. Non ci sarà più il problema di arrivare alla fine del mese. Forse non ci sarà più la frenesia di un mondo ingiusto che corre senza avere una meta precisa. Ti saluto Carmine, artista incompreso“.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (5 votes, average: 4,20 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Grazie per le belle parole che avete usato per descrivere ciò che era realmente mio figlio. Sono commossa per la vostra sensibilità e nobiltà d’animo.

    La mamma, Maddalena Barone.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it