Flash news:   Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola Scambio di neonate, lo zio Andrea De Vinco: «Un fatto increscioso che ha scosso notevolmente mia nipote che non vuole parlare con nessuno». A “Pomeriggio Cinque” parla anche il primario Izzo: «Ci troviamo di fronte ad un errore umano» Scambio di neonate, in città le telecamere di Barbara D’Urso Operaio vince 200mila euro al “Gratta e Vinci!” Scambio accidentale di due neonate, la Clinica Malzoni si difende. Ecco la nota stampa: “identificazione corretta, sbagliata la consegna” Le interviste di AtripaldaNews – Primi cento giorni di governo della Città, parla il sindaco Geppino Spagnuolo: «impegnativi. Abbiamo affrontato difficoltà e situazioni delicate superandole grazie alla compattezza della squadra» Istanza di Trasparenza del “Gruppo Amici di Beppe Grillo Atripalda” Neonata di Atripalda scambiata nella culla, errore sul braccialetto notato da una mamma Sta meglio il 13enne atripaldese precipitato dal tetto dell’ex scuola di Rampa San Pasquale. FOTO Operava ad Atripalda la falsa dentista scoperta e denunciata da “Striscia la Notizia”

Abusi sessuali su minorenne: artigiano condannato a 4 anni

Pubblicato in data: 24/2/2011 alle ore:13:56 • Categoria: CronacaStampa Articolo

tribunale-generica-aula-bunker2Atti sessuali con una minorenne, condannato a quattro anni di reclusione un artigiano cinquantanovenne di Candida. Aveva abusato della ragazza, una quindicenne che aveva effettuato un periodo di apprendistato nella sua bottega: questa l’accusa che lo portò in carcere nel giugno scorso. Una vicenda che destò molto scalpore nella cittadina del Sabato. La giovane aveva chiesto da tempo ai familiari di poter frequentare quella bottega artigiana perché interessata al lavoro di restauratrice. Un rapporto di fiducia oltre che di interesse professionale alla base del permesso concesso dalla famiglia. Dopo alcuni comportamenti strani però, i genitori della ragazza si allarmarono, chiedendole spiegazioni. Momenti concitati che crearono forte tensione in un normale nucleo familiare, colpito da un temibile sospetto. Dopo la confessione, scattò la denuncia e le indagini da parte dei Carabinieri della compagnia di Avellino. Un’indagine scrupolosa e discreta che portò alla raccolta di vari elementi probatori da parte dei militari. Dopo le manette, il procedimento penale è partito spedito, grazie anche alla volontà dell’accusato, difeso dagli avvocati Anna Caserta e Italo Benigni, di chiarire bene e nei dettagli le contestazioni. Con la concessione degli arresti domiciliari, contestualmente l’avvio del rito abbreviato scelto dal cinquantanovenne artigiano per chiudere in tempi brevi la vicenda. La sentenza di condanna è arrivata ieri nel tardo pomeriggio, dopo una lunga camera di consiglio. L’accusa, rappresentata in giudizio dalla pm Salvatore, aveva chiesto che il restauratore fosse condannato a tre anni e sei mesi. Secondo le ricostruzioni degli investigatoti gli atti sessuali sarebbero iniziati quando la vittima non aveva ancora compiuto quattordici anni, periodo precedente all’arresto in pratica e circostanza che avrebbe aggravato la consumazione del reato. La difesa ha sempre respinto le accuse mosse contro il cinquantanovenne, presentando dettagliate indagini difensive. Quattro gli anni di condanna emessi dalla sentenza del gup Riccardi nei confronti dell’artigiano atripaldese. Gli avvocati difensori, Caserta e Benigni, aspettano di leggere la motivazione della sentenza per poi presentare dettagliato appello.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it