Flash news:   “Festa dei Popoli”, l’affondo di Giovanni Ardolino: “solo vetrina propagandistica di certa sinistra italiana e atripaldese” Truffatore seriale napoletano arrestato dai Carabinieri di Atripalda “Uno stile di vita come prevenzione e cura”, domani sera convegno nella chiesa di San Nicola da Tolentino “Irpinia, Musica e Castelli” di scena ad Atripalda sabato con un concerto nella chiesa madre Visita guidata al torronificio ‘Di Iorio’ per i bambini della scuola di Atripalda Concerto “New Ensemble Toscanini” venerdì 15 dicembre nella Chiesa di Sant’Ippolisto Al via il cartellone degli eventi “A Natale…Vivi Atripalda” promosso dall’Amministrazione tra pista sul ghiaccio, musica e notti bianche lungo il fiume Sabato. L’assessore Urciuoli: “ventinove iniziative per la città” Rinviato a giudizio l’ex comandante della Polizia Municipale di Atripalda Vincenzo Salsano Gli auguri del capogruppo consiliare Paolo Spagnuolo a Raffaele Pipola: lunedì sarà insignito dell’onorificenza di Cavaliere della Repubblica Serie C, l’Atripalda Volleyball cade contro i Colli Aminei. Mercoledì torna la Coppa Campania

Pareggio Avellino-Fondi, Vullo:«Troppe occasioni perse, occorre continuità»

Pubblicato in data: 28/2/2011 alle ore:14:53 • Categoria: Avellino CalcioStampa Articolo

salvatore vulloIl tecnico biancoverde, Totò Vullo (foto), arriva in sala stampa scuro in volto analizza e commenta la gara al Partenio contro il Fondi: «Un pareggio dal sapore orribile, non amaro. Abbiamo giocato nel primo tempo in modo nervoso creando delle buone cose ma non concretizzando. Nel secondo tempo con l’approccio giusto abbiamo segnato, ma siamo stati ingenui a non chiudere la gara sbagliando troppo sotto porta, dobbiamo essere più cattivi. L’errore ci può stare e non posso colpevolizzare nessun giocatore per uno sbaglio. Molte occasione create ma non concretizzate, era la giornata giusta per poter dare un senso alla classifica. Un errore ci ha castigati e non ci possiamo attaccare né all’arbitro né a nessuno perché il Fondi ha fatto la sua onesta partita. Dopo il pareggio abbiamo cercato il gol ma non siamo stati più lineari e sereni nella fase di organizzazione del gioco a dieci minuti dalla fine. Quindi dobbiamo prenderci tutti le responsabilità per capire il motivo per cui non si riesce a gestire una partita che potenzialmente sembrava semplice». E riguardo le sostituzioni aggiunge, «il Fondi ha cominciato a giocare palla lunga. Hanno poi inserito un giocatore veloce, Ricci spesso si trovava da solo sul loro centrodestra, per questo ho inserito un centrocampista in più. Scandurra e Rega sono andati in tribuna perché in settimana non erano in forma, Viscido ha giocato un’ottima gara tenendo a bada Schiavon nel migliore dei modi. La squadra fuori casa si è espressa benissimo, domenica ha avuto affanno nel vedere la porta. L’unico problema è stato l’ingresso di La Vecchia che ha messo Ricci in difficoltà ecco perchè ho tolto De Angelis. Questo pareggio è una sconfitta netta che ci ha fatto perdere il passo in avanti fatto a Isola Liri. Abbiamo però ancora ventiquattro punti in palio e cercheremo di conquistarne quanti più possibili per raggiungere i play off». E a chi gli chiede se la scelta della società di non avere un punto di riferimento come il direttore sportivo si faccia pesare il tecnico biancoverde risponde: «Il riferimento è certamente  importante ma la società ha fatto una scelta e non sono nelle condizioni di rispondere. D’altro canto quotidianemente ho vicino i dirigenti che si sono assunti tutte le responsabilità di fare da collante tra me e la squadra».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it