Flash news:   Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare Serie D, Green Volley The Marcello’s che vittoria: battuta Ischia al tie-break Calendario 2018, inviaci la tua foto più bella per i mesi del nuovo anno Emozioni dell’Epifania con il concerto gospel del Coro Armonia. FOTO

Cfs, è Claudio Carbone il miglior gruista irpino. Il 28 maggio la competizione nazionale a Piacenza

Pubblicato in data: 13/5/2011 alle ore:20:19 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

vincitori cfs gruClaudio Carbone vince il campionato provinciale per gruisti. Quarantasette anni, di Montella, parteciperà ora, insieme Michele Clemente di Bellizzi Irpino e Remo Basile di Montemiletto classificatisi rispettivamente al secondo e terzo posto, al concorso di abilità professionale che premia ogni anno il “Gruista dell’anno“. Sfida nazionale che si terrà sabato 28 maggio presso il quartiere fieristico di Piacenza in occasione delle Giornate Italiane del Sollevamento. “Sono soddisfatto – dichiara Carbone – per l’esito della gara. Guidare una gru non è certo facile anche perché queste macchine di sollevamento sono diverse l’una dall’altra. Ci vuole quindi enorme competenza professionale acquisita e rafforzata mediante specifici percorsi di formazione. Adesso riverserò tutto il mio impegno nel torneo piacentino“.
L’operaio edile è stato il miglior gruista irpino che, nella competizione locale organizzata dal Centro per la Formazione e Sicurezza in Edilizia in partnership con Formedil Campania, Liebherr Italia e Montedil Srl, ha effettuato il percorso, sabato 14 maggio nel cantiere scuola di Atripalda del Cfs, compiendo gli esercizi previsti in modo più sicuro, più corretto e più veloce. Numerosi i concorrenti accorsi al torneo. Presenti anche i vertici dell’Ente paritetico irpino Michele Di Giacomo e Giovanni Solimene, presidente e direttore dell’organismo bilaterale impegnato nella formazione e sicurezza sui luoghi di lavoro. A seguire la prova agonistica anche Michele Barbone della Filca-Cisl e Carmine Piemonte, segretario provinciale della Feneal-Uil.
Nella gara, alla sua seconda edizione, i conduttori di gru a torre, si sono sfidati in una singolare ed appassionata competizione di destrezza che ha messo alla prova l’abilità dei partecipanti. In pratica, ogni concorrente è stato impegnato nel manovrare una gru, dal braccio meccanico della lunghezza di 26 metri alla cui estremità è stato applicato il carico da sollevare e muovere di 2 quintali di pietrame, lungo un tragitto prestabilito segnato a terra. Con un telecomando, il conduttore ha simulato, in pratica, le operazioni di lavoro che normalmente si fanno in un cantiere, stando attento a non colpire i birilli ed i cordini che delimitavano il percorso. Ma non solo. La competizione ha previsto anche un ulteriore test agonistico di alta precisione: il gruista ha dovuto anche, in determinati punti del tragitto, centrare un bersaglio a terra, posizionando infine il carico a mezz’aria su un pilastro. Ai primi tre classificati, è andato un nutrito kit di attrezzi di lavoro.
Entusiasti gli addetti ai lavori perché dietro allo spettacolo agonistico c’è la grande esperienza degli ‘atleti-operai’ che si sono misurati con la formazione tecnica di settore finalizzata sempre a tenere alti i livelli di sicurezza negli ambienti di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it