Flash news:   Atripalda Volleyball buona la prima, pari al test con il Marcianise Emerge amianto nel fiume Sabato, stop ai lavori di riqualificazione ambientale e apre il cantiere per la bonifica e rimozione dell’eternit Festival internazionale di artisti di strada “Giullarte”: in Irpinia rivive la magia di Notre Dame de Paris Primo giorno di scuola ieri per gli alunni dell’Istituto Comprensivo “De Amicis-Masi” Amatori della Bici tra agonismo e nuovi progetti Avellino, parte la prevendita per la gara di Coppa contro il Nola Giullarte 2018, questa sera in Comune riunione con i commercianti per iniziative promozionali Chiusura Primaria Mazzetti, Sinistra Italiana Atripalda attacca: “decisione presa in ritardo. Solo una furbata per evitare la fuga degli iscritti?” Sidigas, la prima di campionato al Palacarrara di Pistoia Esordio con poker per la Calcio Avellino SSD

Non mandano i figli a scuola, tra i denunciati una donna di Atripalda

Pubblicato in data: 31/5/2011 alle ore:13:11 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

In questi ultimi giorni dell’anno scolastico 2010/2011, grazie anche alla preziosissima collaborazione dei dirigenti scolastici degli istituti scolastici della provincia di Avellino, i carabinieri delle Stazioni di Montefredane e Solofra hanno deferito in stato di libertà 6 genitori per il reato previsto dal codice penale per chi omette di impartire o far impartire ai figli minori l’istruzione obbligatoria.
Nel primo caso, al termine di un’attività d’indagine scaturita dalla segnalazione del dirigente scolastico dell’istituto scolastico “Dante Alighieri” di Avellino, i carabinieri della Stazione di Montefredane hanno denunciato a piede libero due coniugi di Capriglia Irpina, rispettivamente di 48 e 43 anni, responsabili di aver omesso d’impartire o far impartire l’istruzione obbligatoria alla figlia 12enne, facendole collezionare addirittura 94 giorni d’assenza nell’anno scolastico in corso.
A Solofra, invece, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno deferito in stato di libertà per il medesimo reato una donna del posto di 40anni, separata, responsabile di aver omesso d’impartire l’istruzione obbligatoria al figlio di appena anni 8, frequentante quella scuola elementare, facendogli collezionare ben 71 giorni d’assenza nell’anno scolastico.
Ad Atripalda, invece, in seguito alla segnalazione del dirigente scolastico della scuola secondaria di primo grado “R. Masi”, i militari della locale Stazione Carabinieri hanno denunciato in stato di libertà per l’inosservanza all’obbligo dell’istruzione dei minori una donna vedova 41enne del posto, responsabile di aver omesso d’impartire l’istruzione obbligatoria al figlio di 13 anni.
I militari della stazione carabinieri di Ospedaletto d’Alpinolo hanno invece denunciato una donna polacca di 34 anni, nubile, responsabile di aver omesso d’impartire l’istruzione obbligatoria alla figlia 16enne.
L’ultimo caso, infine, si è verificato a Mercogliano, dove quei carabinieri hanno denunciato sempre a piede libero due coniugi di 44 e 43 anni, mercoglianesi, responsabile di aver omesso d’impartire l’istruzione obbligatoria alla figlia 13enne.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it