Flash news:   Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere Frosinone-Avellino 1-1: gol di Castaldo e Ciofani Partiti i lavori di messa in sicurezza di palazzo Caracciolo Compleanno Ilaria Festa – auguri dalla famiglia Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare

Stipulano contratto Enel con una defunta: denunciati dai Carabinieri di Atripalda

Pubblicato in data: 2/6/2011 alle ore:11:19 • Categoria: CronacaStampa Articolo

carabinieriNella giornata di ieri, i carabinieri della Stazione di Atripalda hanno deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino due uomini, rispettivamente classe 1978 e 1974, residenti l’uno ad Atripalda e l’altro ad Aiello del Sabato, entrambi dipendenti di un’azienda d’intermediazione e fornitura di servizi, ritenuti responsabili in concorso tra loro dei reati di truffa e di sostituzione di persona. L’indagine che ha portato i carabinieri della Stazione di Atripalda a denunciare i due uomini trae in realtà le mosse dalla denuncia sporta qualche tempo fa da un uomo di Atripalda, che si è visto recapitare presso la propria abitazione una bolletta dell’energia elettrica della quale non solo non sapeva assolutamente nulla, ma addirittura intestata alla ormai deceduta madre, che avrebbe quindi sottoscritto un atto dopo la morte. Avviata quindi l’attività d’indagine, i carabinieri sono riusciti ad accertare che l’uomo di Atripalda era stato truffato da quei promotori che, in nome e per conto della defunta madre, avevano falsamente stipulato quel contratti per la fornitura dell’energia elettrica, così da potersi intascare, in maniera assolutamente fraudolenta, le relative provvigioni. Tra l’altro, i due truffatori erano già pregiudicati, essendo stati denunciati appena qualche giorno fa’ per gli stessi medesimi reati, in quanto avevano falsamente sottoscritto un altro contratto di fornitura dell’energia in nome e per conto di un altro ignaro cittadino di Atriaplda.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it