sabato 18 novembre 2017
Flash news:   Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare Green Volley, la prima vittoria stagionale è targata Under 14. Mister Troncone: “Non ci poniamo limiti” Amdos, domenica visite gratuite all’Asl per la prevenzione del tumore al seno Serie D, la Green Volley The Marcello’s muove la classifica: conquistato il primo punto Sinistra Italiana, il segretario nazionale Nicola Fratoianni lunedì ad Atripalda Paura per il presidente della Provincia Gambacorta colto da infarto. Operato, ora sta meglio Smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di origine agricola, protocollata al Comune la petizione del M5S Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: 42enne in manette Taccone: “Ferullo non ha accettato il ruolo di amministratore unico” Estremismo islamico, la deputata Souad Sbai al convegno di PrimaveraIrpinia: «L’Italia è vulnerabile perché abbiamo sottovalutato la gravità della fratellanza mussulmana legata al jihadismo. L’Europa ha rinunciato alle sue radici e qualcuno le ha rimpiazzate». FOTO

Referendum, l’impegno dei Giovani Democratici del circolo di Atripalda

Pubblicato in data: 9/6/2011 alle ore:19:00 • Categoria: Politica, Partito DemocraticoStampa Articolo

logo-giovani-democratici1I Giovani Democratici del circolo di Atripalda esortano l’intera comunità atripaldese a partecipare ai referendum del 12 e 13 Giugno. Quattro SI ai quattro quesiti: per dire NO alla privatizzazione dei servizi idrici; per dire NO all’intenzione di trasformare un bene essenziale ed inalienabile come l’acqua in un prodotto di mercato; per dire NO a vecchie e nuove centrali nucleari in Italia, Campania o in Irpinia; per dire NO ad una giustizia che non sia uguale per ognuno.
Il 12 e 13 Giugno noi voteremo SI ai quesiti 1 e 2 perché crediamo che l’acqua sia un bene dell’umanità da tutelare e razionare; perché la privatizzazione è un affare per pochi e non risolve i problemi di manutenzione; perché laddove si è privatizzato il servizio idrico, le tariffe sono aumentate in modo inversamente proporzionale alla qualità del servizio erogato; perché le multinazionali non investono nelle piccole realtà, avendo come obiettivo il mero profitto; perché la rendita in borsa del petrolio è del 29% mentre quella dell’acqua è del 35%.
Il 12 e 13 Giugno noi voteremo Si al quesito 3 perché riteniamo che l’attuale tecnologia nucleare non garantisca alcun margine di sicurezza, in particolare su di un territorio a rischio sismico come è l’Italia; perché proprio l’Italia è ricca di fonti energetiche rinnovabili e riteniamo sia un errore non investire su di esse, come stanno facendo invece altri paesi europei (la Germania entro il 2020 dismetterà ogni centrale nucleare ancora attiva); perché le scorie radioattive sono letali e la questione rifiuti nucleari presenta ancora molte zone d’ombra; perché gli agenti radioattivi provocano tumori, leucemie e malformazioni genetiche.
Il 12 e 13 Giugno noi voteremo Si al quesito 4 perché ci hanno insegnato che la Legge è uguale per tutti; perché chi è chiamato a governare il Paese deve agire con responsabilità e trasparenza e per l’interesse dell’intera nazione e non del singolo.
Tutti questi motivi ci hanno spinto a credere fortemente in questa battaglia di libertà e di civiltà per il bene del nostro paese.
Abbiamo deciso, inoltre, di attivare un servizio nell’interesse della nostra comunità, mettendo a vostra disposizione un numero al quale chiamare nell’eventualità siate impossibilitati a recarvi autonomamente al seggio, ci faremo carico noi del trasporto e di ogni altra esigenza.
Il nostro numero è: 388/3290417
Votare è un diritto di ogni singolo cittadino, non lasciamo che gli altri decidano per noi.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it