Flash news:   Processo Abellinum, il Comune dà mandato all’avvocato per vedere se ci sono possibilità di risarcimento del danno civile Pd, l’ex sindaco scrive alla segreteria provinciale del partito per superare l’impasse cittadino “UniVersi”, orientamento per l’Università sabato mattina al liceo di Atripalda Raccolta differenziata, la proposta degli Amici di Beppe Grillo Atripalda sul “vuoto a rendere” Novellino: «Vietato montarci la testa, contro la Cremonese sfida salvezza» Brescia-Avellino finisce 2-3: gol di Molina, Castaldo e Bidaoui Mancata partenza “Progetto Aurora”, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” interroga l’Amministrazione Servizio civile al Canile municipale per dodici volontari Serie C, Atripalda Volleyball super: battuta la capolista Ischia 3 a 1 Differenziata, la raccolta del vetro passa a giovedì mattina

Antica Abellinum, il messaggio di Monsignor Luigi Barbarito

Pubblicato in data: 17/6/2011 alle ore:21:02 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

antica-abellinum4-300x225Messaggio di Sua Eccellenza monsignor Luigi Barbarito inviato alla Pro Loco atripaldese in occasione della manifestazione Pro Abellinum del 16/06/2011.

Ho appreso con vivo interesse che tutta la cittadinanza di Atripalda si apprresta a far sentire la sua voce in difesa del patrimonio archelogico dell’antica “Abellinum”.
Mi associo volentieri all’iniziativa e plaudo alla coraggiosa presa di posizione del Sindaco e della civica amministrazione in difesa del diritto di una intera comunità che, riappropriandosi quel terreno, sente il forte vincolo con un luogo sacro alla memoria degli avi e fonte di certezza di una identità etnica, storica e religiosa.
Vorrei fa presente che esistono stretti legami tra le rovine di Abellinum e lo Specus Martyrum della chiesa madre; tra le nostre tradizioni civili di antico popolo italico e le nostre origini cristiane.
I nostri martiri erano tutti cittadini di Abellinum e fu in quella città che Sant’Ippolisto fondò la prima comunità cristiana e avviò l’evangelizzazione dell’Irpinia.
Sarebbe una grave iattura e vergogna per l’Irpinia tutta se tanto patrimonio di civiltà, di storia e di fede andasse perduto.
Ne soffrirebbe la stessa città capoluogo e non solo il comune di Atripalda, perché gli verrebbe meno un valido motivo per alimentare il turismo ed avviare proficue iniziative di sviluppo in tal senso.
Ritengo pertanto di grande rilievo che le stesse autorità provinciali e regionali facciano sentire la loro voce.
Auguro successo a questa iniziativa e alle altre che a tale scopo saranno messe in opera, fiducioso che con la benedizione di Dio possa essere riconosciuto il valore, l’importanza e la salvaguardia di questa piccola, ma importante particella, del grande patrimonio storico e culturale della nostra Italia.

Luigi Barbarito

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it