" class="thickbox">
  
Flash news:   Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescoco Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre

IRPINIA InCOLTA, tre serate tra cultura, gioventù e territorio in piazza Vittorio Veneto. Stasera convegno sul Vampiro

Pubblicato in data: 22/6/2011 alle ore:09:30 • Categoria: Attualità, CulturaStampa Articolo

chiesa-san-nicolaLa Confraternita di Santa Monica di Atripalda, Keres Edizioni e l’Associazione culturale A’Potea presentano IRPINIA InCOLTA – Manifestazioni di cultura, gioventù e territorio.
Lo scopo di IRPINIA InCOLTA è quello di diffondere attività culturali giovanili di qualità, nate e sviluppatesi all’interno del territorio irpino ed appetibili per il panorama nazionale.

ProgrammaGiovedì 23 giugno ore 20:30 – Chiesa di San Nicola da Tolentino, P.zza Vittorio Veneto, Atripalda.

IL VAMPIRO NELLA CULTURA ITALIANA
– Mistero e Paura nella tradizione irpina e nel racconto fantastico.
All’interno: presentazione dei libri “Il Vampiro. Storia vera” di Franco Mistrali e la raccolta antologica “Vampiriana”.
Interverranno:
Dott. Antonio Daniele – Keres Edizioni
Prof. Aniello Russo – esperto di folklore irpino
Dott.ssa Ilaria Scarano – attrice
Dott. Federico Preziosi – moderatore

 

Keres Edizioni
Nella mitologia greco-romana, le Keres erano geni-vampiri alle dipendenze di Ade, potenze distruttrici che, sotto le spoglie di vergini alate, tendevano agguati agli uomini in guerra e in pace e suggevano loro il sangue.
Abbiamo scelto il nome di Keres perché rappresentativo del nostro progetto editoriale, basato su un’idea di valorizzazione e recupero di una tradizione letteraria spesso trascurata, ma che è comunque alla base delle moderne rappresentazioni del fantastico.
Keres è la prima casa editrice italiana specializzata nel genere vampiresco, un genere di moda, ma che può vantare una lunga storia e veri capolavori, di autori spesso insospettati.
Nata con la collaborazione dello staff del Catafalco, una presenza ormai decennale sulla rete e punto di riferimento per gli appassionati di storie di vampiri, Keres intende trattare queste affascinanti figure dell’immaginario con romanzi, raccolte, saggi.
Non mancheremo, inoltre, di proporre su queste pagine approfondimenti e analisi dei titoli del nostro catalogo, per i quali sono graditi interventi e commenti dei lettori.
In un mercato che punta sempre più alla quantità e ai numeri, Keres dedica grande attenzione alla realizzazione dei testi. Libri fatti con passione e con la massima cura editoriale, sia dal punto di vista grafico che dei contenuti.
Mille sono ormai le incarnazioni del vampiro. Vogliamo iniziare con quegli autori, ormai dimenticati, che ne hanno scritto per primi in Italia.

L’incontro verterà sul racconto spaventoso e sulla presenza dell’elemento magico-sovrannaturale nella tradizione irpina e nazionale, e nella letteratura fantastica. Verranno quindi presentati “Il Vampiro. Storia Vera” di Franco Mistrali e “Vampiriana: Novelle Italiane di Vampiri”, due libri di “fantastico italiano classico” recentemente riscoperti e pubblicati dalla Keres, giovane casa editrice irpina che sta riscuotendo molti consensi in ambito nazionale.

Il vampiro è un personaggio attorno al quale si è concentrato, negli ultimi anni, un forte interesse, se non una vera e propria moda, sull’onda di successi principalmente importati dagli Stati Uniti. Spesso si ignora, però, che c’è anche una vasta produzione italiana, sia di letteratura vampiresca, nello specifico, che fantastica, più in generale. Le prime storie di vampiri italiane risalgono all’Ottocento, e precedono lo stesso Dracula di Bram Stoker, pietra miliare del racconto orrorifico, che ha codificato le caratteristiche di questa figura dell’immaginario. Tant’è che i vampiri italiani presentano delle proprie peculiarità, che li distinguono da quelli della letteratura anglosassone, poi ampiamente diffusi dal cinema.
“Il Vampiro. Storia Vera” del barone Franco Mistrali è il primo romanzo di vampiri della letteratura italiana e uno dei primi del fantastico nostrano, dimenticato dalla sua pubblicazione del 1869 ed ora riproposto in una curatissima edizione annotata. Si tratta di un testo che miscela efficacemente giallo, gotico e romanzo storico, proponendo un’avvincente storia narrata nell’elegante lingua dell’epoca e arricchita da aneddoti e da erudite citazioni di autori, opere, avvenimenti e personaggi dell’Ottocento.
“Vampiriana: Novelle Italiane di Vampiri”, in uscita in questi giorni, è la prima antologia del vampiresco classico italiano. Il curatore Antonio Daniele vi propone una rassegna completa dei racconti classici di vampiri scritti da autori italiani: alcuni “insospettabili”, quali Luigi Capuana ed Emilio Salgari (del quale si celebra quest’anno il centenario della morte), ed altri veterani del fantastico nostrano, come Daniele Oberto Marrama, Enrico Boni, Francesco Ernesto Morando, Giuseppe Tonsi, Giuseppe De Feo, Vittorio Martella. La raccolta è impreziosita da numerose illustrazioni d’epoca, che accompagnavano i testi nelle loro prime uscite.

 

Giovedì 7 Luglio ore 21:00 – P.zza Vittorio Veneto, Atripalda.
SEGNALI EMERGENTI (Aspettando Segnali).
Rassegna di giovani band emergenti locali.

A’Potea

Associazione musicale e culturale, promuove ogni anno ad Atripalda il festival Segnali, nel quale si sono esibite band indipendenti di primissimo rilievo nel panorama nazionale, come A Toys Orchestra, Cesare Basile, Julie’s Haircut, Edda e tanti altri.

Venerdì 8 Luglio ore 21:00 – P.zza Vittorio Veneto, Atripalda.
SLOW MOTION GENOCIDE in concerto.
Presentazione dell’Ep “Slow Motion Genocide“.
Ospiti della serata.
Deny – Alternative rock
Vj Klein – video proiezioni

Slow Motion Genocide
Il trio alternative-rock atripaldese composto da Federico Preziosi (basso), Raffaello Pisacreta (chitarra) e Pasquale Tomasetta (batteria), presenta il primo e omonimo Ep “Slow Motion Genocide” edito e distribuito in digitale da New Model Label. Il gruppo vanta l’interesse del Tg2 Dossier che ne ha utilizzato le musiche per la realizzazione di un servizio ed è stato recentemente selezionato per l’Home Festival promosso dalla Scuola Holden di Alessandro Baricco.

In occasione degli eventi verranno inoltre proiettate le immagini dell’antica Abellinum al fine di sensibilizzare tutta la comunità irpina.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it