sabato 26 maggio 2018
Flash news:   Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli Serie C, l’Atripalda Volleyball batte Massa in scioltezza e si prepara all’ultima trasferta della stagione Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate La Sidigas Scandone saluta la città

Automobile Club, riconferma per il presidente atripaldese Stefano Lombardi

Pubblicato in data: 23/6/2011 alle ore:14:43 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

presidente-aci-avellino-stefano-lombardi L’avvocato atripaldese Stefano Lombardi (foto), insieme alla sua lista, è stato riconfermato alla guida dell’Automobile Club di Avellino. La formazione, distinta dal numero 2, ha riportato il 65% dei voti. Dopo alcuni giorni d’impasse, è stato effettuato lo scrutinio delle schede. I soci hanno riassegnato il mandato al Consiglio direttivo uscente composto, oltre che da Lombardi, da Vincenzo Iorio, Gennaro Santucci e Giovanni Silvestri. La lista ha vinto con un importante distacco rispetto alle altre due compagini in lizza: 475 i voti a favore. In campo, infatti, era scesa anche la squadra (139 preferenze) composta da Sergio Imbimbo, Franco Vigilante, Armando Masucci, Giuseppe Impagliazzo. E quella (123 voti) formata da Salvatore Tarantino, Federico Romei, Claudio Cerullo, Riccardo Losco. Nella lista speciale – ne è stata presentata solo una – è stato designato Filomeno Covelluzzi. La compagine del Consiglio direttivo resterà in carica quattro anni. Nella prima riunione si decideranno le cariche. Lo scrutinio delle schede, come detto, è giunto a distanza di dodici giorni dal termine per le operazioni di voto. Non sono mancate, infatti, contestazioni e polemiche sulle modalità di spoglio e di espressione della preferenza. Polemiche che hanno contraddistinto anche la lunga campagna elettorale, con botta e risposta tra le parti sugli organi di informazione. Non è da escludere che ci possano essere ulteriori strascichi anche dopo lo scrutinio avvenuto l’altro ieri sera. In ogni caso, passata questa fase – notevole il lavoro del direttore Nicola Di Nardo per consentire il regolare svolgimento delle elezioni – riprende il cammino del Consiglio Direttivo. Da segnalare che per la prima volta nella storia dell’Aci di Avellino sono state presentate più liste per la guida dell’ente di contrada Baccanico. Negli anni passati è sempre stata indicata una sola compagine. Un fatto nuovo, dunque, che ha determinato il legittimo antagonismo tra i candidati in campo. Chi s’è tirato fuori dalla mischia, molto tempo prima del voto, è stato Enzo Napolillo, altro componente del Consiglio direttivo uscente. Napolillo ha deciso di fare un passo indietro e di restare alla guida dell’Aci-Csai (Commissione Sportiva Automobilistica Italiana). In pratica continuerà a seguire l’automobilismo in provincia di Avellino, così come fa da circa quarant’anni. L’Irpinia annovera un numero considerevole di appassionati e di praticanti delle varie discipline a quattro ruote. Diversi anche le iniziative all’insegna dei motori che vengono costantemente promosse sull’intero territorio provinciale. L’ufficializzazione del nuovo Consiglio direttivo arriverà nei prossimi giorni, quando si conoscerà anche la data della prima riunione per la determinazione delle cariche.

Print Friendly, PDF & Email

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 1,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it