sabato 18 novembre 2017
Flash news:   Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare Green Volley, la prima vittoria stagionale è targata Under 14. Mister Troncone: “Non ci poniamo limiti” Amdos, domenica visite gratuite all’Asl per la prevenzione del tumore al seno Serie D, la Green Volley The Marcello’s muove la classifica: conquistato il primo punto Sinistra Italiana, il segretario nazionale Nicola Fratoianni lunedì ad Atripalda Paura per il presidente della Provincia Gambacorta colto da infarto. Operato, ora sta meglio Smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi di origine agricola, protocollata al Comune la petizione del M5S Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: 42enne in manette Taccone: “Ferullo non ha accettato il ruolo di amministratore unico” Estremismo islamico, la deputata Souad Sbai al convegno di PrimaveraIrpinia: «L’Italia è vulnerabile perché abbiamo sottovalutato la gravità della fratellanza mussulmana legata al jihadismo. L’Europa ha rinunciato alle sue radici e qualcuno le ha rimpiazzate». FOTO

Inchiesta Slot: la giornalista Cinzia Puopolo scagionata, revocati arresti domiciliari

Pubblicato in data: 27/6/2011 alle ore:20:58 • Categoria: CronacaStampa Articolo

cinzia-puopoloArresti domiciliari revocati e posizione stralciata: la giornalista Cinzia Puopolo (foto) è stata definitivamente scagionata dall’inchiesta “Slot”. Per la nota e stimata cronista di Irpinia tv e de Il Mattino si chiude – a distanza di una settimana – l’incubo in cui era ingiustamente piombata. Decisivo è stato l’interrogatorio con il gip a Napoli. La sua posizione è stata chiarita. Con le ipotesi di reato al centro dell’inchiesta che ha portato a 58 arresti per le vicende legate alle slot machine gestite da persone ritenute vicine al clan Cava, la Puopolo non ha mai c’entrato nulla. Dunque, come affermato a gran voce dal suo legale in questo giorni – l’avvocato Gaetano Aufiero – si è trattato “solo di un clamoroso errore giudiziario”.
E sempre nell’ambito della stessa inchiesta c’è da registrare anche la revoca dei domiciliari per Anna Gavitone, una delle cinque persone (insieme alla stessa Cinzia Puopolo) finite agli arresti domiciliari la scorsa settimana. Anche per la Gavitone, così come per la giornalista ed il finanziere Marciano, si è trattato di un errore giudiziario.
Arresti domiciliari, infine, per altre tre donne. Si tratta di Romina Pirone, Antonia Romano e Elodia Roselli. Tutte e tre hanno beneficiato dei domiciliari perché giovani mamme.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it