" class="thickbox">
  
Flash news:   Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescoco Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre

Cade per un malore e sbatte la testa sul ciglio della strada: morto il 76enne atripaldese Antonio Fuso

Pubblicato in data: 20/7/2011 alle ore:14:35 • Categoria: CronacaStampa Articolo

antonio-fuso-2E’ caduto in seguito ad un malore e  ha sbattuto la testa sul ciglio della strada: non c’è stato nulla da fare per Antonio Fuso (nella foto di Antonio Cucciniello) il 76enne atripaldese morto questa mattina nei pressi della Strada Statale 7bis all’incrocio con via Manfredi, dove abitava. antonio fusoL’uomo, conosciuto in città per la sua insolita abitudine di camminare con una capretta al guinzaglio, avrebbe perso l’equilibrio mentre camminava a piedi con il proprio cane che è stato trovato con una zampa azzoppata. In seguito alla caduta Fuso avrebbe sbattuto violentemente la testa sul antonio fusociglio del marciapiede, probabilmente in seguito a un malore. L’infarto è l’ipotesi più accreditata.
Inutili i soccorsi dei medici della Misericordia intervenuti sul posto e di alcuni passanti che hanno tentato anche di rianimarlo tramite respirazione bocca a bocca. Il corpo esamine, dopo la visita del medico legale Piciocchi, è stato trasportato presso la sala mortuaria del cimitero di Atripalda. Al momento sono in corso indagini da parte dei Carabinieri guidati dal maresciallo Sullutrone per accertare l’esatta dinamica dell’accaduto. Sembrerebbe esclusa l’ipotesi di investimento avanzata in un primo momento. Sul posto anche i Vigili Urbani con il comandante Parziale.
L’uomo amava gli animali: in casa aveva oltre al cane anche alcuni gatti.

Print Friendly

Random Posts

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it