Flash news:   Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola Scambio di neonate, lo zio Andrea De Vinco: «Un fatto increscioso che ha scosso notevolmente mia nipote che non vuole parlare con nessuno». A “Pomeriggio Cinque” parla anche il primario Izzo: «Ci troviamo di fronte ad un errore umano» Scambio di neonate, in città le telecamere di Barbara D’Urso Operaio vince 200mila euro al “Gratta e Vinci!” Scambio accidentale di due neonate, la Clinica Malzoni si difende. Ecco la nota stampa: “identificazione corretta, sbagliata la consegna” Le interviste di AtripaldaNews – Primi cento giorni di governo della Città, parla il sindaco Geppino Spagnuolo: «impegnativi. Abbiamo affrontato difficoltà e situazioni delicate superandole grazie alla compattezza della squadra» Istanza di Trasparenza del “Gruppo Amici di Beppe Grillo Atripalda” Neonata di Atripalda scambiata nella culla, errore sul braccialetto notato da una mamma Sta meglio il 13enne atripaldese precipitato dal tetto dell’ex scuola di Rampa San Pasquale. FOTO Operava ad Atripalda la falsa dentista scoperta e denunciata da “Striscia la Notizia”

Suoni e sapori dei due mondi con la prima edizione di «Migranti & Briganti». Presentato il programma del 5 e 6 agosto

Pubblicato in data: 4/8/2011 alle ore:10:54 • Categoria: CulturaStampa Articolo

conferenza-stampa1Suoni e sapori dei due mondi con l’Irpinia terra di accoglienza e solidarietà. Parte da Atripalda l’ospitalità agli emigranti del terzo millennio con la prima edizione di «Migranti & Briganti». Il 5 e 6 agosto la cittadina del Sabato si trasformerà in un suq di culture, mettendo in contatto i popoli del mondo che abitano la terra irpina. Con il patrocinio dell’assessorato alla Cultura del Comune di Atripalda, su iniziativa dell’Associazione Rifugiati di Napoli, la due giorni di agosto mescolerà suoni e gastronomia dei due mondi. I cinque continenti saranno ospitati nel centro storico atripaldese e le varie nazionalità presenti alla manifestazione daranno prova delle loro conoscenze e competenze. Tradizioni popolari a confronto per rendere l’integrazione cosa reale. «Nell’ambito del tema più ampio dell’accoglienza e dell’integrazione, oggi di estrema attualità, – afferma l’assessore alla Cultura, Nancy Palladinola manifestazione intende perseguire l’idea che senza la conoscenza delle culture, che ogni comunità di immigrati porta con sè, è impossibile il raggiungimento di una convivenza civile e di un’integrazione reale. L’Irpinia è terra di briganti ma anche di gente costretta ad emigrare per una vita migliore. Questo sogno sta guidando verso l’Italia tante persone. E perciò bisogna diventare paese di accoglienza, ma per farlo l’Italia deve aprirsi alla cultura di chi viene ed offrire la cultura che ha».
conferenza-stampa3Questo il messaggio di una prima edizione che come si è augurato il sindaco Aldo Laurenzano: «diventi esempio per gli altri comuni e appuntamento fisso da ripetere ogni anno per diffondere il valore dell’ospitalità per aprirsi alla conoscenza di altre culture».
Ricco il calendario dell’iniziativa a cui partecipano la Proloco atripaldese, l’Agesci, la Misericordia di Atripalda, l’Azione Cattolica e la Cgil di Avellino. Il 5 agosto alle ore 19 nell’aula consiliare del Palazzo civico di Atripalda si partirà con il convegno «L’Irpinia degli emigranti e dei migranti. Quale colore per il nostro futuro». Alle ore 21, all’interno del chiostro del Comune, cena etnica. Menù tra esotico e tradizione per la festa dell’integrazione. Tante le pietanze provenienti dalle tradizioni culinarie di diverse nazionalità: Riz Gras, carpaccio di Zucchine, paccheri lardiati, cous cous con carne e verdure, carne di maiale con pepaine e patate, buffet di dolci dal mondo, accompagnati da bevande a base di ginzeng. La cena sarà innaffiata dai vini dalle rinomate cantine «Mastroberardino». Le pietanze irpine saranno cucinate dagli chef della Locanda di San Potito, le altre dagli chef asiatici ed africani del ristorante «Savanè» di Napoli.
Per partecipare alla cena etnica è necessaria la prenotazione presso la Proloco atripaldese.
Il 6 agosto a partire dalle ore 10.30, a piazza Garibaldi sarà possibile visitare le botteghe e gli stand di artigiani ed artisti di varia nazionalità. Attivi anche laboratori interculturali per bambini con la preparazione dei dolci dal mondo. Alle ore 17 si terrà, sempre nel centro storico, la dimostrazione culinaria de «Il dolce nel mondo». Alle ore 19 invece spazio allo sport con la partita interetnica di calcetto a tre che si terrà nei campetti allestiti in piazza Umberto I. Dalle ore 20 infine spazio alla gastronomia con la Grigliata mista. All’interno del centro storico sarà allestita una vera e propria braceria dove chef irpini e stranieri daranno corpo alle loro fantasie. Tante le pietanze locali e provenienti da Africa, Asia e Americhe che potranno essere gustate. Il tutto accompagnato dai Suoni dal mondo si esibiranno affiancati i gruppi Folska (in rappresentanza dell’Irpinia) e le Voci lontane, band composta da musicisti africani.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it