alpadesa
alpadesa
  
domenica 16 dicembre 2018
Flash news:   Pulizia caditoie in città, da domani al via intervento di disostruzione La Cometa Di Natale: Osservazione Astronomica questa sera dalla collina di San Pasquale Programma di Formazione Anticorruzione al via da lunedì a Palazzo di città Prestigioso riconoscimento per la poetessa Lucia Gaeta di ACIPeA Parcheggio del distretto sanitario Asl di Atripalda, le associazioni chiedono risposte Scoperta la targa d’intitolazione dei “Giardini Biagio Venezia” Torna ad Atripalda il Calendario d’artista dell’associazione Arteuropa firmato Hotel Civita: domani la presentazione La Protezione civile di Atripalda in campo per una raccolta alimentare Si accendono i riflettori sul Natale: Christmas Park, cultura e Notti Bianche. Il sindaco Spagnuolo: “Numerose le iniziative promosse dall’Amministrazione, dal parco giochi in piazza Umberto fino a momenti spettacolari con artisti di strada e divertimenti” Domani accensione di quattro alberi di Natale in città

Eccellenza, il Città di Atripalda aggancia il pareggio con Simone contro la Sanseverinese

Pubblicato in data: 1/10/2011 alle ore:16:25 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

gianluca savianoTabellino

Città di Atripalda: Caruccio 6, Tancredi 5, Sicignano 6.5, Mesisca 6, Tirri 6.5, Galliano 6.5, Vecchione 6, Raffone 5.5 (39′ s.t. Simone 6), D’Acierno 6.5, Saviano 6.5, Vacca 5.5 (35′ s.t. Rupa s.v.).

A disp.: Imparato, Modesto, Guarino, Ambrosio, De Stefano.

Allenatore: Montanile 6.

Sanseverinese: Carotenuto 6, Balzano 6, Del Gaizo 6 (17′ s.t. Citro 5.5), Avallone 6.5, D’Amico 6.5, D’Elia 6.5, Liotto 5 (6′ s.t. Caliano 5.5), Della Marca 6.5, Belcore 5, Cipolletta 6.5 (12′ s.t. Zambrano 5), Ferullo 6.

A disp.: Cesarano, Toma, Granozi, Marigliano.

Allenatore: Cerminara 6.

Arbitro: Carrione di Castellammare di Stabia 5.5.

Assistenti: Cristiano e Romano di Frattamaggiore

Marcatori: 35′ s.t. Avallone (S), 43′ s.t. Saviano rig. (CA).

Ammoniti: Galliano, Sicignano, Raffone, Mesisca (CA), Ferullo, Avallone (S).

Espulsi: Zambrano al 42′ s.t. per fallo da ultimo uomo.

Note: presenti sugli spalti 200 spettatori circa.

Cronaca

Il cuore e il carattere del Città di Atripalda stoppano la corsa della Sanseverinese che ha visto sfumare nei minuti finali la possibilità di raggiungere momentaneamente la vetta solitaria. Gara non bella fatta prevalentemente dagli ospiti che non hanno capitalizzato le due ghiotte occasioni costruite nel primo tempo. I padroni di casa, dopo un avvio a spron battuto, hanno agito prevalentemente di rimessa sopperendo alla maggiore caratura dell’avversario mettendo in campo una buona dose di intensità. Biancoverdi con l’undici annunciato: Vacca non è al meglio ma gioca ugualmente insieme a Saviano (foto) alle spalle del 18enne D’Acierno. Cerminara si affida a Belcore come unica punta supportato al centro da Della Marca e sugli esterni da capitan Cipolletta e dal giovane Liotto. Ad Avallone il compito di imbastire la manovra in cabina di regia. L’inizio dei padroni di casa è incoraggiante: al 6′ Saviano è lanciato dalle retrovie ma appena entrato in area conclude debolmente con Carotenuto che sventa la minaccia a terra in due tempi. Gli uomini di Montanile provano a fare la partita ma il centrocampo offre poco filtro per cui ci si affida alle giocate sulle fasce del duo Saviano-Vacca. La pressione iniziale sabatina svanisce col passare dei minuti lasciando spazio alla Sanseverinese fino a quel momento abile a giocare di rimessa. Il primo segnale dell’incombente predominio territoriale ospite arriva al 16′: dalla destra Balzano pesca in area Cipolletta che indisturbato sotto misura impatta di testa ma spedisce clamorosamente a lato. L’estroso capitano della formazione di Cerminara si ripete al 23′ quando spara alto a porta vuota all’altezza del dischetto dopo che Caruccio, disturbato da Tirri, si era fatto sfuggire il pallone in presa alta. Il Città di Atripalda non riesce a riorganizzarsi e soffre il gioco irnino che ha in Avallone la sua fonte. Nella ripresa calano i ritmi e soprattutto Cipolletta e soci non confermano il trend del primo tempo. Anzi sono proprio gli uomini di Montanile ad andare vicini al vantaggio con una rapida ripartenza al 9′: D’Acierno riceve palla a metà campo e premia l’inserimento di Vacca che entra in area ma esita troppo concludendo malamente. Gli ospiti si limitano a gestire la gara: Belcore, poco assistito dai compagni, non è in giornata. La partita scorre via senza emozioni e sembra indirizzarsi vero lo 0-0 quando Avallone a dieci minuti dalla fine pesca il jolly dai 25 metri indovinando l’angolo alla sinistra di Caruccio vanamente proteso in tuffo. Doccia fredda per i biancoverdi fiaccati nel morale e ad un passo dalla crisi profonda. La Sanseverinese vede il traguardo vicino ma non ha fato i conti con l’orgoglio sfoderato dagli avversari a tre minuti dalla fine: il neo entrato Simone protegge palla al limite e serve in area D’Acierno che a tu per tu con Carotenuto viene messo giù da Zambrano. Espulsione per il giovane difensore e calcio di rigore della cui battuta si incarica Saviano che salva i suoi. Nulla da fare per Carotenuto che per poco non era riuscito ad evitare la prima rete stagionale subita dalla sua squadra. Il pareggio riporta il sorriso in riva al Sabato mentre sa di beffa per gli uomini di Cerminara.

Spogliatoi

Nessun dramma per gli irpini nonostante la beffa quasi allo scadere. La prende con filosofia mister Cerminara che sembra aver già digerito l’amaro boccone nell’immediato dopo gara: “Davvero una beffa incredibile per noi. Abbiamo
commesso l’errore di credere di aver già vinto la partita. Bisogna essere più lucidi in certi frangenti della partita. Nel complesso, però, devo dire che la squadra mi è piaciuta. Purtroppo le fatiche di Coppa Italia si sono fatte sentire. E’ la settima partita in un mese, un calo fisico ci può stare. Dispiace non aver portato a casa i tre punti ma accettiamo il verdetto del campo. Prendiamo questo punto tra l’altro ottenuto su un campo ostico contro un avversario che non si è mai arreso
“. Gli errori di Cipolletta pesano come un macigno sul risultato. Tuttavia il tecnico dei salernitani rincuora il suo capitano: “Certo non è da lui sbagliare due occasioni del genere. Non me la sento assolutamente di condannarlo. Cipolletta ci darà il suo grosso contributo, come ha sempre fatto. Anche lui in questo momento non è al top. C’è da
dire, però, che la sua prestazione non si discute”. Da un singolo ad un altro: bomber Belcore. Il capocannoniere della scorsa stagione non è mai entrato in partita ma Cerminara sa cosa può dare alla Sanseverinese: “Non è stata la sua migliore giornata ma va premiata la sua generosità su ogni pallone. Il suo valore non si discute. Lo giudicheremo a fine campionato quando avrà assicurato il suo solito bottino di reti“. Il pareggio restituisce, invece, fiducia e convinzione nei propri mezzi ad un Città di Atripalda al quale va il merito di aver saputo reagire alla mazzata dello svantaggio. A fine gara i calciatori attraverso capitan Tirri hanno voluto dedicare questo punto prezioso alla famiglia Pastore, al diesse Walter Iannaccone e a tutta la società i cui sforzi stanno iniziando finalmente ad essere ripagati. Montanile elogia il carattere della squadra, viatico fondamentale per costruire il futuro: “Non posso rimproverare nulla alla squadra. Ha dato l’anima contro una signora squadra costruita per obiettivi ben diversi dai nostri e che ha messo in campo tutta la sua esperienza grazie a elementi che conoscono bene la categoria. Dal canto nostro abbiamo cercato di metterla sul piano agonistico lottando su tutti i palloni. Anche questa volta stavamo per tornare a casa a mani vuote ingiustamente. Credo che non meritavamo di perdere. Non era facile reagire allo svantaggio ma ci siamo ricompattati. Non ci siamo lasciati sopraffare dalla paura di perdere. Per noi un punto d’oro che muove la classifica e ci consente di risollevarci”.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it