Flash news:   Ripulito da erbacce e rifiuti il parcheggio di via San Nicola Scambio di neonate, lo zio Andrea De Vinco: «Un fatto increscioso che ha scosso notevolmente mia nipote che non vuole parlare con nessuno». A “Pomeriggio Cinque” parla anche il primario Izzo: «Ci troviamo di fronte ad un errore umano» Scambio di neonate, in città le telecamere di Barbara D’Urso Operaio vince 200mila euro al “Gratta e Vinci!” Scambio accidentale di due neonate, la Clinica Malzoni si difende. Ecco la nota stampa: “identificazione corretta, sbagliata la consegna” Le interviste di AtripaldaNews – Primi cento giorni di governo della Città, parla il sindaco Geppino Spagnuolo: «impegnativi. Abbiamo affrontato difficoltà e situazioni delicate superandole grazie alla compattezza della squadra» Istanza di Trasparenza del “Gruppo Amici di Beppe Grillo Atripalda” Neonata di Atripalda scambiata nella culla, errore sul braccialetto notato da una mamma Sta meglio il 13enne atripaldese precipitato dal tetto dell’ex scuola di Rampa San Pasquale. FOTO Operava ad Atripalda la falsa dentista scoperta e denunciata da “Striscia la Notizia”

Sexygate a Solofra, è guerra in carta bollata tra Clemente e Guarino

Pubblicato in data: 2/11/2011 alle ore:13:10 • Categoria: CronacaStampa Articolo

guarino-sindacoSexygate a Solofra, scattano azioni  in carta bollata in seguito alla prima iniziativa giudiziaria posta in essere dalla Procura di Avellino sul caso delle foto osè che ritraggono il primo cittadino di Solofra, Antonio Guarino (foto), in compagnia di due donne nel suo ufficio tra il 2007 e il 2011. Per  l’avvocato Mattia Trofa, legale del consigliere Vincenzo Clemente che mostrò in conferenza stampa le 33 foto in questione, il provvedimento del Gip del Tribunale di Avellino di sequestrarle dimostra come «Non si mette in dubbio l’autenticità delle immagini fotografiche. Scenario che apre nuove prospettive di indagine, non esclusivamente in un ambito limitato ad un eventuale diffamazione. Attualmente esiste solo un procedimento contro ignoti per un reato che risulta essere più limitato rispetto a quanto era stato prospettato». La decisione del sequestro e la mancata autorizzazione da parte del Gip della distruzione delle foto dimostrerebbe, secondo Trofa, la veridicità delle immagini. Dall’altra parte il legale del sindaco Guarino, il penalista Raffaele Tecce: «L’aspetto più interessante del provvedimento dell’autorità giudiziaria che ha disposto il sequestro delle foto è quello che prevede che ci siano ipotesi di commissione del reato anche attraverso la diffusione del materiale. Questo passaggio ci apre un’autostrada e sono sicuro che a breve non ci troveremo più a parlare di un procedimento contro ignoti». Per la difesa di Guarino, insomma, il provvedimento esprime la cosa opposta.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it