alpadesa
  
Flash news:   Troisi si dimette da assessore e consigliere comunale, nota del sindaco e del capogruppo di maggioranza Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili”

Eccellenza, pari senza emozioni tra Angri e Atripalda: 1-1

Pubblicato in data: 19/11/2011 alle ore:16:56 • Categoria: Sport, CalcioStampa Articolo

giovanni-montanileTabellino

Città di Angri: Inserra 6, De Marinis 6, Mainardi 5.5, Parlato 6.5, De Sio 6, Giordano 5 (1′ s.t. Vertolomo 5), Romano 6 (40′ s.t. Agresta s.v.), Della Femina 6.5, Stanzione F. 5, Falcone M. 6, Falcone R. 5.5.

A disp.: De Martino, Del Sorbo, Tagliamonte, Iovine, Scisciola.

Allenatore: De Virgilio 6.

Città di Atripalda: Caruccio 6, Tancredi 5.5, Sicignano 6, Rupa 6, Galliano 6, Tirri 6, Vecchione 4, Cerullo 6.5 (34′ s.t. Saviano s.v.), Simone 5, Ambrosio 5 (16′ s.t. De Turris 5.5), D’Acierno 4.5 (43′ s.t. Stompanato s.v.).

A disp.: Imparato, Modesto, Barletta, Mesisca.

Allenatore: Montanile 6.

Arbitro: Sante di Battipaglia 6.

Assistenti: Altieri e Greco di Battipaglia.

Marcatori: 34′ p.t. Sicignano rig. (CAT), 11′ s.t. Della Femina (CAN).

Ammoniti: Mainardi, De Marinis (CAN), Cerullo, Rupa, Saviano (CAT).

Note: presenti sugli spalti 200 spettatori circa.

Cronaca

Città di Angri e Città di Atripalda si dividono la posta in palio al termine di un match soporifero e tutt’altro che emozionante. Non a caso le reti che hanno fissato il risultato sull’1-1, una per tempo, sono arrivate su calci da fermo. Le due squadre hanno giocato un tempo per parte ma il team di De Virgilio dopo il pari ha “rischiato” di andare vicino al bottino pieno. Dunque, un pari che accontenta di più la formazione ospite: i biancoverdi muovono la classifica e tirano nuovamente su il morale dopo il ko contro la Libertas Stabia. Recriminano, invece, i padroni di casa che non hanno portato a termine la rimonta e restano mestamente sul fondo della graduatoria. Altri due punti persi per la compagine dell’Agro, dopo quelli lasciati a Baronissi. Finalmente De Virgilio può schierare la sua formazione tipo con il ritorno dal 1′ di Parlato e Romano. Massimo Falcone e Della Femina garantiscono qualità e sostanza alla linea mediana, che, però deve fare a meno dell’infortunato D’Aniello. In avanti la coppia Rosario Falcone-Francesco Stanzione. Per il Città di Atripalda l’undici è quello annunciato con Simone unica punta supportato dal duo baby
D’Acierno-Vecchione. L’importanza della posta in palio si fa sentire sin dalle prime battute. Le due squadre si studiano e si affidano per lo più a tentativi confusi e velleitari. I rossoblu di casa ci provano al quarto d’ora con Massimo Falcone ma il suo rasoterra dai venti metri è troppo largo e si spegne abbondantemente a lato. Dieci minuti dopo è D’Acierno a scegliere bene il tempo sul cross al bacio di Cerullo ma la sfera termina più di un metro alla sinistra di Inserra. Il match vive mezz’ora di sostanziale equilibrio, rotto, però, al 34′ quando Sicignano trasforma il suo secondo
penalty consecutivo, propiziato dal fallo di Mainardi su Cerullo. L’undici di De Virgilio non è in grado di produrre una reazione e si va, dunque, a riposo sul risultato di 1-0 per gli ospiti. Nella ripresa, però, cambia il copione con un Città di Angri più arrembante che viene premiato all’11’. Della Femina su calcio piazzato dai 22 metri in posizione centrale indovina l’angolo basso con un perfetto rasoterra che, sporcato da una leggera deviazione, trafigge Caruccio. Sulle ali dell’entusiasmo i padroni di casa cercano il vantaggio. Al 17′ è bravo Caruccio a sventare in uscita bassa l’incursione insistita di Romano. Ma l’occasione clamorosa arriva al 25′: Rosario Falcone viene pescato tutto solo sul filo del fuorigioco e da posizione defilata fa partire un tiro-cross rasoterra che Stanzione, ad un metro dalla linea della porta spalancata, impatta goffamente mancando il punto del 2-1. Al 37′ i locali producono l’ultimo sforzo con Della Femina che non sfrutta a dovere la torre di Stanzione colpendo debolmente di testa all’altezza del dischetto. Gli uomini di Montanile provano ad approfittarne nei minuti finali con l’ingresso di Saviano ma pagano la scarsa incisività negli ultimi sedici metri. Al “Novi” si conclude senza vincitori né vinti ma con un impatto differente sulle speranze salvezza delle due squadre.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it