Flash news:   Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare Serie D, Green Volley The Marcello’s che vittoria: battuta Ischia al tie-break Calendario 2018, inviaci la tua foto più bella per i mesi del nuovo anno Emozioni dell’Epifania con il concerto gospel del Coro Armonia. FOTO Il gruppo “Noi Atripalda” interroga l’Amministrazione sulla mappatura reti fognarie secondarie

La Sidigas Avellino chiude l’anno con una sconfitta, sfiorata l’impresa a Milano. L’Armani vince 90-89

Pubblicato in data: 30/12/2011 alle ore:23:25 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

dean-2-sidigasLa Sidigas Avellino chiude l’anno con una sconfitta, tuttavia indolore, ma sfiorando la grande impresa a Milano e mordendosi le mani per il modo in cui è avvenuta. In classifica gli irpini rimangono a quota 14 scivolando al sesto posto a pari merito con Biella, sconfitta anch’essa a Casale Monferrato. Peccato aver perso una partita per lunghi tratti dominata soprattutto nei primi periodi in cui Avellino ha doppiato gli avversari sul 17-34, ma alla lunga è pesata l’assenza di capitan Spinelli visto che Green è apparso visibilmente stanco e poco lucido nelle conclusioni anche a causa di tutti i 40 minuti giocati sul terreno di gioco. Ma Vitucci puo’ essere soddisfatto di questa partita che ha visto lottare la sua squadra fino all’ultimo secondo. Milano che è stata ad inseguire per 35 minuti ringrazia Giacchetti e Mancinelli autori  rispettivamente di  17 e 10 punti nell’ultimo quarto. Molte assenze: Hairston e Radosevic, non utilizzato, nell’Armani, Spinelli nella Sidigas (Green e Dean giocano 40’ filati). Milano dimostra di non aver capito quasi nulla della vita quando pensa di scherzare in difesa col miglior attacco del campionato. Avellino, prima per punti e assist, gioca un basket paradisiaco nonostante si trovi con Johnson, per le statistiche il miglior giocatore di serie A, con due falli dopo 2’35″. Un 13-0 firmato da 8 punti di Gaddefors la fa virare al 5’ sul 9-21, con 5/5 da 2, 3/3 da 3 e 5 assist. Diventano 12 i punti di distacco che Milano prova a ridurre prima con Bourousis, poi con Mancinelli e Melli ma la Sidigas tiene botta sotto canestro chiudendo il primo periodo avanti di 8 lunghezze tra lo stupore dei tifosi locali per l’aggressività e soprattutto la velocità della squadra di coach Vitucci che mostra un basket concreto e al tempo stesso spettacolare, concedendo poco agli avversari. Golemac e poi 5 punti consecutivi di Slay portano i lupi al massimo vantaggio della partita. Milano viene doppiata (17-34), si mette a zona, e trova i punti di Nicholas ma fino a quando la Sidigas tiene al tiro non c’è partita (25-40). Ma poi La Sidigas cede nel tiro e Milano inizia la rimonta con un 8 a 0 firmato Cook, ma chiude con un discreto margine di vantaggio il secondo quarto: 39 a 47. Il terzo quarto si apre con un botta e risposta delle 2 squadre che fissano il punteggio sul 43 – 51. Ma poi è Fotsis a centratre due triple consecutive e a riportare Milano sotto 49-53. Ma a tenere a distanza L’Armani ci pensano Green e Dean ma i meneghini hanno in Bourousis uno stoppatore eccellente, ben 4 in 25 minuti. Ultimo quarto, Milano è ancora più piccola, con Giachetti al fianco di Cook che con 9 punti in meno di 5’ dà la spinta per il suo pareggio da tre (69-69, 34’25″) e il primo vantaggio di Milano. Avellino è stanca, forza con Green marcato bene da Giachetti, sbaglia canestri da sotto, perde compostezza difensiva contro Mancinelli e Rocca usati come «lunghi». E proprio Mancinelli, perduto da Golemac, segna due triple consecutive per l’allungo dell’Armani (77-71 con un parziale di 15-2). Ma Dean c’è ancora, riporta avanti la Sidigas a 100″ dalla sirena (77-80), ma ancora Giachetti da tre e poi con un gioco da 3 punti sigilla la vittoria di Milano nonostante tre triple finali di Avellino. Peccato che con un po’ di fortuna si potevano portare a casa i tre punti. desso non c’è neanche il tempo di fermarsi che martedi’ 3 gennaio alle 20 e 30 arriva al Pala Del Mauro Cremona. Per arrivare alle final eight è vietato distrarsi.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it