Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

La nota politica – La mossa sbagliata

Pubblicato in data: 31/12/2011 alle ore:14:27 • Categoria: EditorialiStampa Articolo

la-mossa-sbagliataLa gatta frettolosa fa i figli ciechi, racconta un vecchio proverbio. Così potrebbe sintetizzarsi la scelta del gruppo consiliare del Pd, dell’Udc ed infine del Pdl di rassegnare le dimissioni.
Rinunciare al mandato elettivo a singhiozzo alla fine si è rivelato un boomerang che consente all’amministrazione Laurenzano, con tutti i suoi limiti, di ritrovarsi in Consiglio e Giunta con una maggioranza più forte, coesa e soprattutto disintossicata dalla parte più critica e insofferente. Consegnando in mano al primo cittadino un jolly da poter spendere in futuro.
Un bel regalo di Natale senza dubbio per Laurenzano che con le nove surroghe in tasca riesce a creare in città nuove attese, a proiettare verso primavera nuovi consiglieri, spaccare quasi tutti i partiti, lasciare macerie ovunque ed infine crearsi intorno un gruppo sul quale poter lavorare per un’eventuale lista civica da capeggiare.
Le opposizioni non avrebbero dovuto prestare il fianco all’operazione Pd, tutta legata a lacerazioni interne ad un partito segnato in città, come in provincia, da correnti sempre più simili alla vecchia Dc. Ne basterebbe giustificarsi dicendo: c’è l’accordo politico.
Certamente il giudizio di questa consiliatura così lacerata e velenosa non può essere positivo, caro sindaco, e lei ha grandi responsabilità in ciò. Ma nelle minoranze, spesso distratte, si annidano corresponsabilità del disastro.
Che la città stia naufragando, non è del tutto fuori di luogo. Fa male dirlo. Ma è proprio in questo momento, alla vigilia di un grande appuntamento come quello elettorale, che la mossa della minoranza appare frettolosa.
A Laurenzano infine cosa dire: torni all’ascolto. Non è il momento delle fughe in avanti e dei contropiedi solitari, specie quando si è senza fiato.

Alfonso Parziale

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (4 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it