" class="thickbox">
  
domenica 24 settembre 2017
Flash news:   Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Nigeriano tenta di avvicinare una ragazzina per corteggiarla in piazza, i genitori chiamano i Carabinieri Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescovo Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte

Casa di cura “Santa Rita”, lavoratori senza stipendio proclamano lo stato di agitazione

Pubblicato in data: 4/5/2012 alle ore:11:19 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

clinica-srita2Nella giornata di ieri, giovedì 3 maggio 2012, presso la Sala Congressi della Casa di Cura Santa Rita di Atripalda (foto), si è tenuta l’Assemblea del personale a seguito della richiesta inoltrata alla Direzione della Clinica dalle Segreterie Provinciali, per discutere delle iniziative da assumere a seguito delle criticità afferenti le retribuzioni.
Dopo ampia discussione, avvenuta tra una nutrita rappresentanza di lavoratori, l’Assemblea – fa sapere il Sindacato – alla unanimità ha proclamato lo stato di agitazione visto che a tutt’oggi risulta ancora da percepire lo stipendio relativo al mese di marzo 2012, né è dato sapere i tempi di erogazione dello stesso. Tutto ciò genera notevoli disagi ai dipendenti che non riescono a far fronte alle esigenze di vita quotidiana. Pertanto, i lavoratori chiedono di rendere pubblica la loro protesta e di tenere un urgente incontro tra le parti sociali e datoriali dinanzi a S.E. il Prefetto di Avellino“.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. PERCHE’ IL SIGNOR DE MITA NON SI COMINCIA A PREOCCUPARE DI TALI SITUAZIONI?? ANZICCHE’ VENIRE A D ATRIPALDA A PARLARE DI POLITICA??? ESISTE ANCORA LA POLITICA IN ITALIA?? CON QUELLI CHE STANNO A ROMA A SCALDARE LE SEDIE ANZI LE POLTRONE, E IL TECNICO A METTERE LE TASSE E LORO TUTTI A DIRE SIIIIIIIIIIII??

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it