" class="thickbox">
  
Flash news:   Amministrative 2017, oggi dinanzi al Tar di Salerno si discute il ricorso presentato da “Noi Atripalda” Peppino di Capri ad Atripalda suona al pianoforte per i 50 anni del dottore Sabino Aquino e incanta tutti gli invitati. FOTO Riqualificata la facciata di Palazzo di Città. Il sindaco: “mai vista così bella”. Messa in sicurezza la chiesa del Carmine, don Ranieri: “ora aiuto dai fedeli”. FOTO Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’

Commozione per l’ultimo saluto al professore Galante Colucci nella Chiesa Madre di Sant’Ippolisto

Pubblicato in data: 22/5/2012 alle ore:13:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

funerale-galante-colucci-1Ultimo saluto nella Chiesa Madre di Sant’Ippolisto al professore Galante Colucci. Parenti, amici, tanti conoscenti e amministratori cittadini hanno partecipato alla funzione religiosa celebrata da don Enzo De Stefano insieme a padre Jean Claude e don Gerardo Capaldo. Tanta la commozione per la moglie Nella e i tre figli Michele, Stefano e Giusy che si sono stretti nel dolore per questa morte improvvisa. Il professore di educazione artistica, storico appassionato di Atripalda è, infatti, venuto a mancare domenica notte per un infarto. Colucci, fondatore dell’Associazione “Amatori della Bici” e collaboratore de “Il Ponte” e spesso anche della nostra redazione, ha dato tanto alla città come hanno testimoniato il consigliere e amico Raffaele La Sala e il priore della Confraternita di Santa Monica Gianni Iannaccone. “Galante non era solo un professore, uno studioso, uno storico amante di Atripalda che ha dato tanto alla nostra città. Galante era un amico – commenta commosso La Sala -. Abbiamo condiviso tante esperienze, lui era il più caparbio tra noi. Nel febbraio del 1981, dopo il sisma, fu lui a mettersi davanti alle ruspe nel centro storico cittadino per impedire che la nostra storia fosse spazzata via insieme alle macerie. Fu lui a proteggere la nostra memoria storica, amava Atripalda“. Dopo di lui anche Iannaccone, a nome delle sette confraternite cittadine ha salutato Galante dall’altare: “Con il suo impegno e i suoi studi ha dato tanto alla città e sarà sempre ricordato per questo suo grande impegno che ha sempre costituito il senso della sua vita“.
Il settimo sarà celebrato lunedì prossimo alle 17.30.
funerale-galante-colucci-2funerale-galante-colucci-4funerale-galante-colucci-6

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (1 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Commovente il ricordo espresso dal delegato alla Cultura del comune di Atripalda, come conterranei di Galante Colucci ci associamo a quanto è stato detto in occasione delle esequie; Baiano e Atripalda gli devono molto per l’impegno profuso nella valorizzazione della storia locale.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it