Flash news:   Tavola rotonda su sanità e sussidiarietà assistenziale ieri mattina promossa dal’associazione “Primavera Irpinia”. FOTO Confronto sul Reddito di Inclusione nella Sala consiliare, già 105 domande presentate in città. FOTO Il presidente dell’Us Avellino conferma la cessione della clinica Santa Rita di Atripalda Primavera Irpinia in campo domenica ad Atripalda per una migliore sanità provinciale Varato il direttivo cittadino di Forza Italia: ecco l’organigramma e i ruoli assegnati Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra

Raccolta rifiuti, ecco la lista dei comuni morosi: Atripalda ha un debito verso Irpiniambiente di 2 milioni e 700mila euro

Pubblicato in data: 23/5/2012 alle ore:22:12 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

rifiuti_conferimento_camionLa lista nera di Irpiniambiente è di ben 68 i comuni morosi. Ammonta infatti a 29 milioni di euro il debito accumulato dalle amministrazioni locali irpine con la società Irpiniambiente, preposta alla raccolta dei rifiuti in provincia. Nel mirino ci sono i comuni che non pagano da più tempo. La black list è lunga e ci sono enti che non salderebbero le proprie spettanze anche da due anni. Insomma, nel piano di riscossione delle risorse i primi solleciti partiranno per gli enti che hanno accumulato, non tanto spettanze più alte, ma da più tempo con accumuli troppi di pregressi. Se si parla di debiti con cifre a più zeri, sono undici i comuni che hanno accumulato i debiti più alti, tra cui Atripalda.
Le cifre sono aggiornate al mese di maggio e lasciano poco spazio all’immaginazione. Il comune capoluogo ha un debito di cinque milioni ed 800mila euro, quelli di Mercogliano e Atripalda rispettivamente di due milioni e 700mila euro. Sono due milioni e mezzo quelli che il comune di Solofra deve versare nelle casse di Irpiniambiente, mentre Monteforte dovrà sborsare un milione e 300mila euro. Un milione e centomila euro di spettanze per il comune di Grottaminarda. Uno per quello di Avella, 600mila per Ariano Irpino. Cervinara, Montella, San Martino Valle Caudina devono saldare un debito di circa 500mila euro ciascuno, mentre i comuni di Baiano, Calabritto, Montecalvo, Quindici e Volturara hanno maturato un debito che oscilla tra i 300 e i 400 mila euro per ogni ente.
Il neo sindaco di Atripalda Paolo Spagnuolo sarà a giorni convocato dal prefetto di Avellino Guidato per concordare un piano di rientro del debito. In caso contrario scatterà un decreto ingiuntivo e lo sciopero degli operatori.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

6 Risposte »

  1. andate a chiedere a colui che fino adesso ha amministrato e in campagna elettorale ha gridato ai 4 venti che aveva risanato le casse comunali ? ah ah ah come ? senza pagare i fornitori ? ma i cittadini le bollette l hanno pagate ! quà si finisce male, questi stanno giocando con il cerino in mano dentro a una polveriera !

  2. sindaco! ti chiedo in qualità di cittadino atripaldese che “paga la spazzatura “fino all’ultimo euro di verificare i miei soldi che fine hanno fatto. ma mica con i miei soldi si sponsorizza qualche squadra di calcio?.se è cosi pretendo almeno il biglietto per andare a vedere la partita.

  3. e io pago

  4. Laurenzano l’ha detto nel comizio della campagna elettorale, che c’erano questi debiti con irpiniambiente, quindo non vedo tutto questo stupore, era una cosa vecchia che già si sapeva (anche se non lo diceva), e come vedete è un habituè dei comuni. Non penso che con diverse amministrazioni, ad oggi irpiambiente non era creditore.

  5. complimenti ad alduccio e tutti quelli che lo hanno sostenuto in questa campagna elettorale ……………..per aver risanato le casse comunali……….BRAVI COME AL SOLITO AVETE SBAGLIATO…………

  6. PAOLO tra poco saprai quanti debiti il TUO caro SINDACO ha tenuto nascosti alla gente ….ha rovinato una città …..spero che con qualche inchiesta …………per lui è l’ufficio tecnico………speriamo.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it