" class="thickbox">
  
domenica 24 settembre 2017
Flash news:   Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Nigeriano tenta di avvicinare una ragazzina per corteggiarla in piazza, i genitori chiamano i Carabinieri Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescovo Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte

E’ ufficiale: la Sidigas Pallavolo Atripalda torna in A2

Pubblicato in data: 31/5/2012 alle ore:13:29 • Categoria: Sport, PallavoloStampa Articolo

sconfitta_ko sidigas atripaldaLa notizia era nell’aria e pochi minuti fa è arrivata l’ufficialità: la Pallavolo Atripalda torna in A2 rilevando il titolo di Santa Croce. Appresa la decisione del Consiglio d’Amministrazione della “Lupi” Pallavolo Santa Croce di rinunciare alla disputa del prossimo campionato di serie A2 in virtù di una riprogrammazione presente e futura del glorioso sodalizio toscano adeguata alla difficile congiuntura economica, il presidente della Sidigas Pallavolo Atripalda Antonio Guerrera si è attivato per l’immediata richiesta, indirizzata alla società biancorossa, di uno scambio di titoli sportivi. Al termine di un cordiale colloquio tra le parti l’intesa è stata ratificata. La stima reciproca, un operato trasparente e non ultima l’identità comune deindue club che con passione e dedizione da sempre promuovono i valori sani del volley, hanno consentito di incrociare i reciproci interessi per l’immediato rilancio dei rispettivi sodalizi. Atripalda si appresta a disputare nuovamente il campionato di seconda serie nazionale, Santa Croce riparte dalla B1. Per la Sidigas l’innegabile vantaggio di poter programmare da subito le attività senza attendere un ripescaggio – molto più che probabile – ma che avrebbe rallentato i tempi per l’allestimento del nuovo organico; parimenti avrà modo la società toscana di organizzare in tempi celeri e con le energie necessarie il campionato di terza serie. Il presidente Guerrera fotografa così l’operazione: “Ho potuto notare nei dirigenti di Santa Croce sentimenti di profonda amarezza. Probabilmente dettata dalla spasmodica passione e voglia di andare avanti ad ogni costo e, d’altra parte, il dover fare i conti la lucida analisi dei contesti sociali ed imprenditoriali che circondano lo sport e dai quali, a certi livelli, non si può prescindere. Anche l’Irpinia registra in questa delicata fase che vive il Paese contesti difficili per gli appartati produttivi ed imprenditoriali, così, prima di impegnarci e assumere l’onere di riprogrammare la serie A abbiamo riflettuto a lungo; siamo consapevoli di dover restituire qualcosa al nostro pubblico dopo una ferale retrocessione, siamo allo stesso modo consci di dover trovare nuove forze per dare continuità nel lungo periodo al progetto pallavolo: cercheremo il contributo di tutti, nessuno escluso; a questo lavoreremo sin da domani di pari passo con l’allestimento del roster. A Santa Croce l’augurio di tornare presto in A2 ed oltre, per calcare i palcoscenici che competono ad una società di lungo corso e sicuro futuro”. Questi il commento del presidente di Santa Croce Agostino Pantani: “E’ difficile esprimere il mio dispiacere nel vedere la nostra società costretta a rinunciare al prossimo campionato di serie A2. Da sportivo avrei provato meno amarezza nel perdere sul campo. Ho trascorso notti insonni e posso assicurare che, con i colleghi del CdA, ho fatto di tutto per trovare possibili soluzioni. Purtroppo però la situazione contingente è tale da non fornire alcuna garanzia per la copertura di un budget, anche ridotto all’osso, necessario per affrontare un campionato nella serie cadetta. Abbiamo pertanto dovuto prendere a malincuore questa decisione con l’intento però di gettare le basi per un futuro che possa vedere la nostra società cimentarsi di nuovo a quei livelli. Le sconfitte fanno male; ma spesso è da quelle che si impara a diventare più forti di prima. L’augurio per gli amici di Atripalda è di onorare al meglio un titolo sportivo appartenuto ad una gloriosa società di mantenere sempre in altoun nome che ci accomuna: quello dei LUPI”.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

8 Risposte »

  1. VERGOGNA!!!

  2. Caro Presidente Guerrera e Direttore Sportivo prima di iniziare questa nuova avventura pagate i debiti dell’anno che e’ passato.

  3. dopo tante notizie amare finalmente una notizia a dir poco bellissima !! come dire sono rimasto a bocca aperta sono strafelicissimo !! auguro a tonino guerrera tutto il bene di questo mondo e un grandissimo in bocca al lupo !!!!

  4. mi raccomando caro presidente la squadra la deve fare sempre il pluri esperto direttore generale ed il grande conoscitore di pallavolo il direttore sportivo cosi apparammo non c’è due (fallimento) senza tre (fallimento)

  5. Inizia bene con questi PAPOSCIARI. Se proprio non ci riuscite a scrivere stronzate, guardatevi intorno è vedete che città metropolitane non si possono permettere la serie A2.!!! Noi comunque partecipiamo alla faccia di tutti quelli come Voi.

  6. operazione numero 1 allontanamento di tutto il parco giocatori dello scorso campionato senza guardare in faccia a nessuno !!!gli era stata data l’ occasione della loro vita e se ne sono fregati portandoci alla retrocessione !!! questo passaggio e’ importantissimo ne va della parola data da tonino guerrera !!!

  7. Ha ragione l’amico/a RODRIGUEZ. Ad Atripalda se ne sono visti di ……………. ma questi erano numero 1. Noi solo una cosa speriamo che è quella dell’esperienza fatta l’anno scorso se ne faccia virtù.

  8. ma sapete quello che dite quando scrivete certe cose? ma la squadra chi l’ha fatta? se non era per i soldi che hanno preso poi di atripalda non ha niente perche è solo un beneficio di avellino e no di atripalda

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it