Flash news:   Politiche 2018, martedì il governatore De Luca in città per le elezioni del 4 marzo Condanna assessore, l’ira del papà della 19enne: «Nessuna questione politica, non avrei mai strumentalizzato mia figlia. Lo consideravano un amico, avevo fiducia piena». L’amarezza dell’avvocato Biancamaria D’Agostino: «si colpevolizza la vittima». Sul processo: «si celebra nelle aule di giustizia, non sui media e social. Le sentenze vanno rispettate. Nessuna “fretta” nel dibattimento, ma efficienza di un procedimento» Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, l’udienza preliminare per il quinto indagato rinviata al 30 marzo. Il 28 febbraio convocato dalla Commissione disciplinare Addio all’edicolante Carmelina Visone, il ricordo di Lello La Sala Giuliana De Vinco risponde a Noi Atripalda: “No a illazioni, è evidente il mio lavoro attivo” Condanna assessore, il gruppo “Noi Atripalda”: “Vicende di questo tipo non consentirebbero a chiunque di gestire la cosa pubblica e gli interessi collettivi in maniera serena, lucida, asettica e proficua. Mentre il sindaco aspetta di decidere a mente fredda su Moschella, De Vinco e Troisi la nostra amata città muore” Il Consorzio A5 presenta i progetti “Vita Indipendente” e “Dopo di Noi” per persone con disabilità: pronti i bandi per i fondi. FOTO Sidigas subito fuori dalle Final Eight: Cremona vince 82-89 all’overtime Condanna Troisi, il Prc: “Le dimissioni dell’assessore ai Lavori Pubblici sono doverose e improrogabili” Condanna assessore Troisi, parla il difensore Chieffo: «Antonio si proclama innocente. E’ una sentenza di primo grado e siamo pronti a ricorrere in appello. C’è stata gestione frettolosa del dibattimento, sentenza che non condividiamo in nessun passaggio». L’invito del sindaco: «La questione è delicata e privata e merita cautela da parte di tutti. Eventuali valutazioni verranno fatte a mente fredda e successivamente»

Città Nuove, tutti i nomi del coordinamento provinciale. Ad Atripalda la guida affidata al consigliere comunale Fabiola Scioscia

Pubblicato in data: 10/9/2012 alle ore:09:00 • Categoria: Politica, Città NuoveStampa Articolo

logo-fondazione-citta-nuove1Il coordinamento provinciale di Città Nuove, presieduto dal consigliere provinciale Franco Lo Conte, ha nominato i primi venticinque coordinatori comunali.
A settembre ne saranno designati altri venticinque per giungere – entro la fine dell’anno – alla nomina di tutti i centodiciannove rappresentanti della provincia di Avellino e dei tre del parlamentino irpino facenti capo alla Fondazione della Presidente Polverini. Città Nuove vuole dare spazio alle giovani generazioni e alle qualità dei professionisti irpini per concretizzare le loro proposte atte a
tutelare il territorio e i cittadini.

Di seguito i nomi dei venticinque coordinatori comunali:
Marco Giaquinto di Aiello del Sabato, agente di polizia penitenziaria;
Silvestro Iuliano di Altavilla Irpina, dipendente Fma e consigliere comunale;
Tiziano Tedeschi di Ariano Irpino, giornalista professionista;
Fabiola Scioscia di Atripalda, consigliere comunale;
Maria Vinolo di Bagnoli Irpino, consigliere comunale;
Giustino Di Ianni di Carife, insegnante in pensione, già consigliere della Comunità Montana dell’Ufita; Giuseppe Costantino di Castel Baronia, avvocato e consigliere comunale;
Sebastian De Luca di Flumeri, imprenditore;
Federico Scola, dipendente comunale in pensione di Lacedonia;
Basilio Minichiello, Presidente Nazionale Conapi;
Massimiliano Minichiello di Montemiletto, avvocato;
Maurizio De Fazio di Montoro Superiore, avvocato;
Gaetano Tenneriello, sindaco di Prata P.U.;
Rino Bilotto, direttore provinciale Associazione piccole imprese (Api);
Adriano Iommazzo di Torrioni, dipendente Fma;
Giancarlo Di Gregorio di Vallesaccarda, avvocato;
Enrico Ciccone di Villanova del Battista, impiegato Irisbus;
Massimiliano Zirpolo di Volturara Irpina, geometra, consigliere comunale;
Marcello Rodia di Serino, agente di commercio;
Carmine Mautone di Mugnano del Cardinale, direttore in pensione della Confapi;
Antonio Mastrogiacomo di Andretta, membro “Mondo dell’associazionismo enogatronomico” ;
Gerardo De Piano di Solofra, avvocato;
Ugo Ruffa di Savignano, giornalista e componente del “Mondo dell’associazionismo enogastronomico”;
Benedetta Armini di Sturno, studentessa universitaria;
Sergio Ferrara di Santa Lucia di Serino, agente di polizia

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

3 Risposte »

  1. Pero’ questo partito che ha creato la Polverini non c’è qui ad Atripalda ciao

  2. allora è vero atripalda è un laboratorio di politica si può fare di tutto, il movimento della polverini è un movimento di centro destra, mi risulta che la scioscia sia in una amministrazione di centrosinistra. Allora ci sono delle anomalie: o i dirigenti provinciali non sanno o fanno finta di non sapere o gli va bene così.

  3. Mi sa che qualcosa non quadra! La Polverini è rimasta con Berlusconi, i berlusconiani di Atripalda erano in un’altra LISTA! Fabiola ha sbagliato indirizzo? Prima era FLI,poi CITTA NUOVE, nel mezzo una occhiata alla sinistra (manciniana di papa’ Goffredino) e…..mi domando chi l’ha votata da che parte sta? Chi rappresenta davvero la bellissima Fabiola? Forse il vecchio partito, della poltrone? BASTAAAAAAAAAAAAA IN MOMENTO DI CRISI DEVONO GOVERNARE PERSONE RESPONSABILI!!!!!!!!!!

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it