sabato 25 novembre 2017
Flash news:   Edifici costruiti in via San Giacomo su un canale demaniale e privi di autorizzazione da 40 anni, il Genio Civile avvia un accertamento. Il sindaco: “individuato il procedimento di sanatoria” Serie C, l’Atripalda Volleyball rialza la testa: battuto Nola 3 a 1 Danni da cinghiali, l’associazione PrimaveraIrpinia Atripalda chiede un intervento Il segretario nazionale di Sinistra Italiana Nicola Fratoianni da Atripalda chiude la porte al dialogo con il Pd: «Il centrosinistra non c’è più, stiamo lavorando ad una lista della sinistra con un programma di discontinuità da quello di questi anni». FOTO Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere

Il Consorzio Agrario Interprovinciale mette in vendita la sede di via Pianodardine per tentare un rilancio

Pubblicato in data: 15/10/2012 alle ore:13:30 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

consorzio-agrario2Il Consorzio Agrario Interprovinciale di Salerno, Napoli e Avellino  mette in vendita la sede di via Pianodardine per guardare al futuro. Il bando è apparso giorni fa su alcuni giornali nazionali. Una decisione assunta dal commissario liquidatore, dottor Giovanni Tomo, per procedere al pagamento dei creditori, un monte debiti che si aggira sui 60 milioni di euro. L’immobile è composto da più fabbricati costituiti prevalentemente da uffici, sala riunioni, nonché alcuni depositi e locali dell’ex tabacchificio ed aree di sedime ad un prezzo base di Euro 1.042.681,00. «E’ una procedura delicata non per chiudere il consorzio ma per garantirgli una vita futura – illustra il commissario liquidatore Tomo -. L’azienda è infatti viva e non chiude. C’è però il concordato e perciò dobbiamo necessariamente dismettere il patrimonio per pagare i fornitori che attendono da diciotto anni. Per fare ciò è necessario mettere a disposizione dei creditori tutto il patrimonio altrimenti il Tribunale non potrà mai approvare un concordato che ne limiti le risorse. Ma attraverso una mia proposta, approvata dal Ministero, chi acquisterà la sede dovrà concede in comodato d’uso gratuito al Consorzio gli uffici di via Pianodardine per un tempo congruo. Così riusciremo a mantenere in vita il Consorzio anche oltre il concordato. In questo nutro una seria speranza e sono fiducioso visto che l’offerta arrivata va in quella direzione».
Al bando di vendita è infatti pervenuta un’offerta di acquisto da parte della società «Luigi Strumolo Srl», che già occupa alcuni spazi adiacenti, per la somma di euro 1.100.000,00 oltre alla disponibilità di concedere in comodato d’uso gratuito i locali ad uffici per una durata di cinque anni.
Per cui il commissario Tomo rassicura la cittadina del Sabato: «Non c’è nessun rischio per Atripalda che possa perdere gli uffici del Consorzio – prosegue -. La proposta pervenuta e che costituirà base di una asta pubblica che si terrà il giorno 8 novembre prevede la garanzia per i dipendenti che la sede degli uffici di direzione, unici locali utilizzati, rimanga a disposizione del Consorzio gratuitamente per un periodo di ulteriori 5 anni».
Tutti i soggetti interessati all’acquisto possono far pervenire offerta in aumento sul prezzo base, entro e non oltre l’8 novembre 2012 alle ore 12 presso lo studio del Notaio Luigi Castaldo in Napoli, versando una cauzione di Euro 208.500,00. L’aggiudicazione diverrà definitiva solo a seguito dell’approvazione della procedura da parte degli Organi della Liquidazione, nonché a seguito del mancato esercizio del diritto di prelazione dà parte degli aventi diritto tra i quali le cooperative agricole operanti nella Provincia di Avellino. «In due anni e mezzo sono stati fatti miracoli riaprendo l’azienda di via Pianodardine – conclude Tomo – rilanciandola e riorganizzandola. La dismissione è solo frutto di un passaggio doveroso per chiudere con la procedura concorsuale e poter serenamente pensare a mettere ulteriormente in pratica tutte le strategie avviate in questo periodo di rilancio nella gestione in bonis a regime che auspichiamo di poter avviare quanto prima, conclusa la fase di concordato autorizzata dal Ministero nei giorni scorsi».
bando-vendita-consorzio-agrario-atripalda

consorzio-agrario3

consorzio-agrario1

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it