domenica 21 gennaio 2018
Flash news:   Il presidente dell’Us Avellino conferma la cessione della clinica Santa Rita di Atripalda Primavera Irpinia in campo domenica ad Atripalda per una migliore sanità provinciale Varato il direttivo cittadino di Forza Italia: ecco l’organigramma e i ruoli assegnati Centro commerciale di via Roma, nessun abuso: tutti prosciolti dal Gup di Avellino Sinistra Italiana Atripalda critica l’azione dell’amministrazione: «la rivoluzione deve essere la risoluzione nell’anno di problemi urgenti. Centro città in condizione di grande degrado». Replica anche sul futuro dell’ex cinema Ideal Fondi per la “Mazzetti”: è polemica in città. Il sindaco: “impegno globale dell’amministrazione sull’edilizia scolastica”. L’ex sindaco: “premiata la nostra programmazione” Adeguamento sismico, 2 milioni e 800mila euro per la ricostruzione della Mazzetti di via Manfredi. Parla l’ex delegato ai Lavori pubblici Lello Barbarisi: “Notizia della quale devono gioire tutti, a partire dalle famiglie. Senza progettualità oggi non si va da nessuna parte. Fiducia nella prosecuzione del lavoro iniziato e visione della città della cultura condivisa con il sindaco” Atripalda Volleyball, coppa campania amara: vince Rione Terra Nuovo libro sullo Stracittadino di Gioso Tirone: “X Edizione – Anno 1984” Confronto sul Reddito di Inclusione mercoledì pomeriggio nella sala consiliare

Operazione “slot”, dopo un anno di incubo arriva il proscioglimento per 27 persone

Pubblicato in data: 16/10/2012 alle ore:20:48 • Categoria: CronacaStampa Articolo

martellotribunaleOperazione “Slot”, proscioglimento di 27 persone, impegnati in aziende nel settore dei giochi, sulle quali era caduta un anno fa la mannaia della giustizia. Una giustizia difficile da comprendere per chi in questo anno ha dovuto convivere e difendersi da accuse, ora dimostratesi infondate.
Su richiesta del pm Liana Esposito 27 persone sono state prosciolte dalle accuse a vario titolo di associazione a delinquere, estorsione, intestazione fittizia di beni e truffa ai danni dello Stato, nell’ambito dell’inchiesta denominata “Slot” che nel giugno dello scorso anno portò all’arresto di ben 58 persone, tra cui la maggior parte titolari di bar, con l’accusa di essere collusi con la camorra e di utilizzare slot machine non collegate alla rete telematica statale.
Ecco i nomi dei prosciolti: Antonio Della Pia, Salvatore Di Sarno, Felice Marciano, Antonio Martino, Pasqualino Mastrogiacomo, Stella Pagnozzi, Antonio Palumbo, Renato Panella, Alessandro Parisi, Antonia Romani, Sergio Romano, Antonio Santarelli, Biagio Scognamiglio, Ornella Tavino, Mario Valente, Antonio Aversa, Marco Capaldo e Anna Gavitone. In precedenza era già stata prosciolta Cinzia Puopolo. Archiviate anche le posizioni di Antonio Barone, Gabriele Silvio Barone, Nicola Dello Russo, Giuseppe Fasulo, Marco Marano, Franco Matarazzo, Francesco Severino e Andrea Sorrentino, tutti indagati a piede libero.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it