Flash news:   I misteri del cosmo e la possibilità di altre forme di vita o di ufo al centro del convegno svoltosi ieri ad Atripalda. FOTO Esplode un nuovo fronte nell’indotto della Capaldo di Caserta, sit-in di denuncia di lavoratori e Cgil Avellino. FOTO Addio a Raffaele Limone, cordoglio in città “Premio Pasquale Campanello”, ieri sera la quarta edizione promossa da Libera. FOTO “Alieni e ufo”, testimonianze eccezionali nel convegno di domani in città Scontro tra maggioranza e opposizione in Consiglio sull’approvazione del Bilancio consolidato 2017 Culla Giardina-De Stefano, benvenuta Vittoria Neraazzurra Domenica VI° Campagna di Prevenzione del Tumore al Seno all’Asl di via Manfredi Tragedia ad Avellino: uccide un giovane e accoltella l’ex, poi si lancia nel vuoto Revocati gli arresti al capo dell’Ispettorato del lavoro

Raccolta rifiuti «porta a porta» in città, il sindaco Spagnuolo spiega la scelta operata dalla giunta: «Puntiamo a gestire il servizio in piena autonomia da Irpiniambiente che non opera al meglio»

Pubblicato in data: 15/11/2012 alle ore:13:30 • Categoria: Attualità, ComuneStampa Articolo

consiglio-comunale-27-settembre-spagnuolo-sindacoRaccolta rifiuti «porta a porta» in città, il sindaco Spagnuolo spiega la scelta della Giunta di conferire l’incarico all’ingegnere capo dell’Utc Silvestro Aquino per la redazione di un progetto che possa essere portato avanti staccandosi da Irpiniambiente. L’esecutivo municipale ha infatti approvato gli indirizzi per la progettazione di un Piano per la gestione del servizio integrato dei rifiuti con raccolta «porta a porta». Una decisione necessaria visto la mancata attivazione del servizio di raccolta «porta a porta» sta impedendo il raggiungimento delle percentuali obbligatorie di raccolta differenziata, mentre il Comune è fermo ad un misero 27,12%, esponendo così l’Amministrazione al pericolo commissariamento. «E’ una rivoluzione perché siamo il primo comune ad aver adottato una delibera del genere e che punta a gestire il servizio in piena autonomia da Irpiniambiente con un bando aperto ad altre aziende – spiega il sindaco Paolo Spagnuolo -. Alla base della scelta il costo eccessivamente alto che Irpiniambiente effettua operando in regime di monopolio».
Spagnuolo non lesina critiche: «Abbiamo fatto diversi solleciti in passato per la pulizia delle caditoie, dei cassonetti dell’umido, del fiume Sabato e per lo spazzamento. Ma il servizio in questi mesi ha lasciato molto a desiderare con una città sporca e cassonetti maleodoranti. Inoltre abbiamo dei dubbi su come avvenga il conferimento dei rifiuti visto che pur effettuando la differenziata in città da anni raggiungiamo per la società solo il 27%. Fermo restando che siamo morosi non potevamo più accettare un servizio del genere e abbiamo deciso di rivolgerci al libero mercato. Con questo servizio introduciamo il porta a porta ad Atripalda, riuscendolo a garantire ad uno stesso prezzo se non più basso di quello praticato da Irpiniambiente».
Una scelta forte quella del Comune del Sabato che potrebbe spingere la società provinciale a presentare ricorso al Tar per bloccare il tutto. Ma il sindaco appare fiducioso: «Restiamo tranquilli, se lo spirito del nuovo contesto economico è quello di ridurre i costi, noi con questa delibera e questo bando per affidare il porta a porta stiamo perseguendo la riduzione dei costi».

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

7 Risposte »

  1. Tratto dall’intervista al sindaco “Con questo servizio introduciamo il porta a porta ad Atripalda riuscendolo a garantire allo stesso prezzo se non più basso di quello praticato da Irpiniambiente”……… ALLO STESSO PREZZO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ma se in tutti i comuni d’Italia che praticano il porta a porta vi sono state delle riduzioni sulle tasse applicate ai cittadini. In tutti i comuni d’Italia vengono applicati delle agevolazioni per chi effettua il compostaggio oppure conferisce determinati tipologie di rifiuti alle stazioni ecologiche. Come mai ad Atripalda non si parla mai di RIDUZIONE delle tasse, che, “I SOLITI FESSI” pagano? Immagino a questo punto che l’utilizzo della calcolatrice per VOI sia una impresa TITANICA… andate a ZAPPARE ……. senza offesa per i contadini…

  2. INSOMMA C’E’ L’ASSESSORE MA PER MANIFESTA INCAPACITA’ CONSERVA IL RUOLO MA NON L’INCARICO…

  3. Via Appia non viene pulita da almeno una settimana. Siamo stati fortunati che non ha piovuto, altrimenti sarebbe stata una tragedia con notevoli danni e allagamenti.
    Lo sanno anche i bambini che bisogna pulire le foglie ogni giorno altrimenti si otturano le caditoie…. e succedono i danni.
    L’incapacità a gestire l’ordinario, parla per voi.
    E’ inutile che fate proclami di porta a porta o altri metodi, voi non raccogliere nemmeno le foglie e la munnezza del mercato.
    Non riuscite a fare niente. Non vi candidate se siete incapaci

  4. Siamo alla frutta ormai…. Volevo sapere come mai la corte dei conti non interviene. Questa è distrazione di fondi pubblici. Ricordo a tutti che la tarsu è una tassa e quindi non può essere utilizzata per fare altre cose. vorrei chiedere agli amministratori presenti e passati che fine hanno fatto i soldi che i cittadini hanno pagato ? Il vecchio consorzio lamentava soldi dal ns. comune, l’asa lamenta soldi dal ns. comune, adesso a irpiniambiente dobbiamo dare quasi 3 milioni di euro e voi avete il coraggio di parlare di servizi e di porta a porta. Se ci fossero delle regole in Italia finireste tutti in galera. Vorrei vedere se a fine mese non vi pagassero lo stipendio che cosa fareste. Poi parlate di servizio scadente o inadempiente, già è tanto che tolgono i rifiuti dai cassonetti…. se fossi io parcheggerei la mattina gli automezzi davanti al comune e farei arrivare striscia la notizia… VERGOGNATEVI ….

  5. Irpiniambiente deve spiegare queste cifre mostruose da dove vengono fuori visto che è sotto gli occhi di tutti che il servizio reso alla città è penoso. Ho capito che Atripalda si merita tutto questo perchè ci sta gente che non vuole che si toccano i propri interessi a costo di vedere sprofondare il paese…fare il “porta a porta” con Irpiniambiente sarebbe un suicidio!!!!!

  6. vedere sprofondare? the clash mi sembra come il direttore d’orchestra del titanic! ahhh bello E’ SPROFONDATO, ma quella intorno non è acqua!

  7. Gentile Sindaco i cittadini Atripaldesi aspettano che venga ” porta a porta” al più presto!!!!! la munnezza e la cacca dei cani
    per i cittadini PULITI in certi punti delle strade…..ci vogliono le maschere…poveri Bambini !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un tuo commento

  • Inchiostro su carta

  • Il meteo

  • Polls

    In vista delle Elezioni Amministrative, su cosa dovrebbe puntare il programma del futuro sindaco?

    Mostra i risultati

    Loading ... Loading ...
  • Altri articoli in questa sezione

  • Altri articoli in questa sezione

  • Gli archivi mensili


  • Quotidiani on-line

  • Statistiche Mercoglianonews.it