Flash news:   Terza edizione del premio dedicato a Pasquale Campanello, il procuratore capo Cantelmo: “gli indifferenti aiutano la camorra”. FOTO Sacripanti: “questa vittoria ci dà grande fiducia per il futuro” La Sidigas Scandone Avellino batte Milano ed espugna il Mediolanum Forum Lectio Magistralis del professor Sabino Cassese al liceo di Atripalda: «la democrazia è in crisi ma la crisi fa bene alla democrazia perché crea anticorpi che possono servire a superare le crisi». FOTO Pista di pattinaggio sul ghiaccio in piazza Umberto, luminarie uniformi in via Roma e cartellone degli eventi per il Natale Minaccia la madre pensionata pretendendo 20 euro al giorno: il Gip convalida l’arresto e il 42enne resta in carcere Frosinone-Avellino 1-1: gol di Castaldo e Ciofani Partiti i lavori di messa in sicurezza di palazzo Caracciolo Compleanno Ilaria Festa – auguri dalla famiglia Controlli agli esercizi commerciali: denunciato un cinese ad Atripalda e maxi-sanzione per il lavoro irregolare

Controlli movida: tre denunce e tre fogli di via nel weekend anche ad Atripalda

Pubblicato in data: 3/12/2012 alle ore:13:50 • Categoria: CronacaStampa Articolo

Nel corso del fine settimana appena trascorso, ad Avellino e nei comuni dell’hinterland, i Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno dato corso all’ennesimo ampio servizio coordinato disposto dal superiore Comando Provinciale di Avellino per il consueto controllo della movida in occasione del fine settimana.

In questo fine settimana, nonostante le piogge e il forte vento che ha imperversato sulla Provincia, i militari dell’Arma hanno eseguito, come di consueto, numerosi posti di controllo lungo le principali arterie stradali e effettuato numerose perquisizioni personali e veicolari volte alla ricerca di droga e armi. Il bilancio complessivo è stato di 3 persone denunciate in stato di libertà e 3 proposte per il foglio di via obbligatorio.

Partendo dalle violazioni di rilevanza penale, un 26enne di Avellino, pregiudicato e nullafacente, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino perché ritenuto responsabile dei reati di falsa attestazione a P.U. sull’identità personale e di falsità ideologica commessa dal P.I. in atti pubblici determinata dall’altrui inganno. Il giovane, fermato dai carabinieri durante un normale controllo alla circolazione stradale, ha infatti declinato le generalità del fratello, dicendo di non avere con sé la patente di guida, né altro documento d’identità personale. I carabinieri, in quel frangente gli elevarono la mera contravvenzione per la guida senza patente a seguito, ma il giovane era riuscito a farla franca per la ben più grave contravvenzione di guida con patente scaduta. Grazie alla costante attività informativa degli stessi militari della Stazione di Atripalda, è poi giunto all’orecchio dei carabinieri che quel giovane fermato e contravvenzionato non era la persona che aveva detto di essere. Così, facendo i dovuti accertamenti, i carabinieri hanno scoperto di esser stati tratti in inganno dalle dichiarazioni di quel giovane che, per evitare una multa più pesante, dovrà ora rispondere di ben 2 reati.

Assieme al precedente, è stato denunciato a piede libero, per concorso nei citati reati di falsa attestazione a P.U. sull’identità personale e di falsità ideologica commessa dal P.I. in atti pubblici determinata dall’altrui inganno, anche l’amico 25enne da Monteforte Irpino che viaggiava con lui in macchina e che lo ha coperto nel momento in cui ebbe a declinare le false generalità ai carabinieri. È stato infine denunciato a piede libero dai Carabinieri di San Martino valle Caudina un noto pregiudicato 50enne della zona, in atto sottoposto a una misura di sicurezza e ritenuto responsabile della violazione alle prescrizioni relative alla libertà vigilata cui risulta sottoposto, giacché sorpreso in compagnia di pregiudicati che aveva il divieto di frequentare.

Nel corso del medesimo servizio, i militari dell’Arma della Compagnia di Avellino hanno inoltre proposto 3 forestieri per la misura amministrativa per il rimpatrio con foglio di via obbligatorio dai comuni irpini per la durata di 3 anni.

A Mercogliano, i carabinieri della locale Stazione hanno sorpreso un uomo 32enne nato e residente a Napoli, disoccupato e pregiudicato, che si stava aggirando a piedi, senza alcun giustificato motivo, lungo via Nazionale, intrattenendosi lungamente nei pressi della filiale di un istituto bancario. Invitato in caserma, l’uomo non ha dato alcuna valida giustificazione circa la sua presenza in quel posto e a quell’ora, molto prossima all’orario di chiusura della banca, ed è quindi stato proposto per la misura citata, che gli comporterà il divieto di ritornare legalmente nel comune di Mercogliano per i prossimi 3 anni.

Analoga sorte è toccata a un pregiudicato nullafacente 23enne della provincia di Campobasso, trovato in sosta, all’interno di una potente e nuovissima Mercedes, lungo via Nazionale Appia, alla frazione Tufara Valle del comune di Roccabascerana. Anche per lui, vista l’incapacità di giustificare la sua presenza nei pressi di abitazioni ed esercizi commerciali, è stato avviato il procedimento amministrativo per l’adozione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio.

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it