" class="thickbox">
  
Flash news:   Peppino di Capri ad Atripalda suona al pianoforte per i 50 anni del dottore Sabino Aquino e incanta tutti gli invitati. FOTO Riqualificata la facciata di Palazzo di Città. Il sindaco: “mai vista così bella”. Messa in sicurezza la chiesa del Carmine, don Ranieri: “ora aiuto dai fedeli”. FOTO Novellino: «tre punti meritati» Lupi corsari a Novara per la prima vittoria esterna: finisce 1-2 Sposi Luigi Galluccio e Anna Guadagno, auguri Tesseramento Pd 2017, al via le sottoscrizioni delle tessere Atripalda Volleyball, buona prova nel primo test match a Marcianise Giullarte 2017, ieri mattina presentazione del Festival nella Sala Consiliare Al via la 25° edizione del Torneo ‘Vito Lepore’ Nigeriano tenta di avvicinare una ragazzina per corteggiarla in piazza, i genitori chiamano i Carabinieri

“Torno di rado”, la poesia di Gabriele De Masi dedicata agli amici scomparsi

Pubblicato in data: 20/5/2013 alle ore:19:24 • Categoria: CulturaStampa Articolo

piazza-umberto-iAgli amici che ci hanno, in grande dolore, impedito un cammino insieme, per alti cieli Edoardo, Sabino, Nicola, Bruno, Armando, Elviro, Elia, Errico, Mimmetto, Martino… tutti nel cuore.

Torno di rado

Torno di rado ad Atripalda.
Gli amici della piazza sono
sempre là, tra il bar Italia
e la Dogana, un viavai ” fore
‘o Mercato” a parlare del Napoli,

dell’amministrazione comunale.
Ora, ci passo di notte
a sentire i passi, i rintocchi,
e mi sembra d’udire, a volte,
il saluto di chi ci ha
d’improvviso lasciati.
” Come stai? “

Gabriele De Masi

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 3,75 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

4 Risposte »

  1. Quando leggo De Masi provo sempre una grande nostalgia…per il mio grande Maestro Mario che oggi a quasi 40anni ricordo sempre con grande stima e affetto…lui mi ha insegnato tante cose e soprattutto lo ricordo come un grande narratore…oggi leggo ai miei figli il libro cuore che lui ci raccontava con tanta passione .Mai dimenticherò il mio Maestro e un pò di lui lo ritrovo in suo figlio di cui tanto ci raccontava.

  2. Ecco, Gabriele, mio fratello! Il migliore di noi tre, davvero, e di molto! Lui dice di no, ma è così! Generoso, altruista, sempre pronto ad aiutare, fosse pure con un sorriso.
    Lo so, sono il fratello, quello maggiore; i nostri genitori ci hanno insegnato a stringerci, nei momenti brutti, ma perché non farlo anche quando vien voglia? Mio fratello, gigante in piazza, ad Atripalda, lui sopra il marciapiedi e i … discepoli sotto, a sentire senza commentare le sue … prediche.
    E’ tanto tempo che non lo fa più, ogni volta che passo lo sguardo corre lì, poco più avanti dello storico Bar Italia. Non ci passa più! Ma ci spero e ci guardo sempre.
    R.

    … anch’io vado al mare!

  3. “Torno di rado”, la capacità di toccare il cuore del prof. De Masi

  4. Ciao Gabriele,queste tue riflessioni mi han riportato alle riunioni della redazione de “il ponte” alla quale mio padre aveva dato benvolentieri uno spazio presso il negozio in via gramsci dove il lunedi sera ci si incontrava. Bella atmosfera! Spero di incontrarti presto.Con affetto i miei saluti.
    francesco solimene
    Venezia Mestre
    22.5.13
    francesco.solimene65@gmail.com
    373 5098695

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it