Flash news:   Costerà oltre 26mila euro la nuova installazione dell’autovelox sulla Variante 7bis Vittoria con il cuore a Terni: l’Avellino è salvo “Ambiente Territorio Salute”, tavola rotonda nel ricordo di Biagio Venezia domani al liceo atripaldese Nasce “Diver-T9”, la manifestazione per ricordare Tosco Alberto Matarazzo. Domani la I edizione Alla Sidigas Scandone Avellino non riesce il colpo esterno in Gara3 Festeggiamenti in onore di San Pasquale Baylon, stasera messa e processione Ciclo di cure termali per 53 anziani atripaldesi: domande fino al 24 maggio “La magia des collages”, mostra di Gianni Del Gaudio nel Chiostro di Palazzo Civico Doppio incidente stasera a contrada Alvanite: auto contro bus e donna investita. Feriti in ospedale Sacripanti: “ringrazio i tifosi rimasti all’esterno del Palazzetto e che ci hanno sostenuto”

Bagno di folla in comune per festeggiare i 100 anni di nonna Gemma Troncone: “Bisogna essere sempre in movimento, lavorare e rispettare”. Foto

Pubblicato in data: 5/9/2013 alle ore:23:02 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

gemma-100-anniE’ arrivata verso le 17 e 30 nell’aula consiliare del comune di Atripalda come se fosse una ragazzina: 100 anni e non sentirli. Ad accoglierla c’era l’amministrazione comunale con a capo il sindaco Paolo Spagnuolo e tantissima gente che non è voluta mancare per festeggiarla. La sala consiliare si è gremita in ogni ordine di posto per fare gli auguri a Gemma Troncone figlia dello storico fotografo atripaldese Raffaele Troncone. C’erano anche i parroci cittadini della chiesa madre di Sant’Ippolisto, Don Enzo De Stefano, e del Carmine Don Ranieri Picone e poi tante autorità. Entrata nell’aula consiliare si è seduta al fianco del sindaco Paolo Spagnuolo che l’ha omaggiata con una pergamena. Nonna Gemma era visibilmente emozionata nel sentire gli interventi prima del sindaco, poi dei consiglieri Pascarosa e La Sala. E a sentirla i 100 sono solo sulla carta d’identità:”per arrivare così a 100 anni il mio segreto è quello di essere sempre in moto ad iniziare dalle faccende di casa. Bisogna essere educata e rispettare in modo che poi si è rispettati. Noi siamo stati acclamati da un paese intero perchè avevamo il cinema e mio padre faceva il fotografo e ci hanno rispettato tutti perchè abbiamo portato la civiltà ad Atripalda con il cinema”. Poi la signora Gemma continua facendo una battuta:”finanche i dottori all’ospedale si sono meravigliati all’ospedale anche se gli acciacchi ci sono e qualche dolorino non manca”.gemma-100-anni-2gemma-100-anni-3gemma-100-anni-4gemma-100-anni-5gemma-100-anni-6

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (8 votes, average: 3,50 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Una Risposta »

  1. Auguri anche da parte mia ciao

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it