" class="thickbox">
  
Flash news:   Giullarte 2017, questa mattina conferenza stampa di presentazione dell’evento. Spagnuolo: “recupero di un momento caratterizzante, di aggregazione e riscoperta del centro storico e della sue potenzialità” Terzo raid l’altra notte all’edificio dell’Utc in piazzetta Pergola nell’ala che ospita la scuola Adamo. Il sindaco: “Abbiamo installato grate in ferro alle finestre, lavoriamo alla videosorveglianza” Mancata pubblicazione graduatoria alloggi popolari, il gruppo consiliare “Noi Atripalda” presenta interrogazione al sindaco Festeggiamenti San Sabino, tanti fedeli alla messa e processione per il Patrono. Il vescoco Aiello: “viviamo giorni nuvolosi e di caligine”. Il sindaco: “tre giorni intensi, emozionanti, gratificanti”. FOTO Magia e antichi mestieri a Capo la Torre, da domani si alza il sipario su Giullarte Il colonnello Massimo Cagnazzo nuovo Comandante provinciale dei Carabinieri Riparte l’autunno politico di Primavera Irpinia Atripalda “Luigi Sessa e l’avventura americana”, nota di Lello La Sala Clementino con la sua energia travolge Atripalda: bagno di folla per il suo rap in piazza Umberto. FOTO Prima giornata ecologica “Atripalda si Differenzia” sabato 30 settembre

Sidigas affonda a Reggio, addio alle Final Eight

Pubblicato in data: 12/1/2014 alle ore:09:49 • Categoria: Avellino BasketStampa Articolo

scandone-montegranaro3Affonda la Sidigas Scandone Avellino contro una Grissin Bon Reggio Emilia perfetta.
Gli uomini di coach Vitucci falliscono così l’obiettivo della Coppa Italia.
Una sconfitta amarissima terminata per 96-73 con
la Sidigas Avellino, che letteralmente crolla al PalaBigi, al cospetto di una Grissin Bon Reggio Emilia perfetta, che ha impiegato poco tempo per vincere e chiudere anzitempo un match praticamente senza storia. Accade tutto nel primo quarto, con Avellino che non scende sul parquet reggiano e i padroni di casa prendono il largo (32-8 dopo i primi 10’): distacco che sarà incolmabile.
Una prestazione da dimenticare che lascia il segno. Sfuma così il primo obiettivo stagionale. Le Final Eight non vengono raggiunte, in un anno in cui almeno sulla carta il gruppo biancoverde doveva lottare per tutti i traguardi più importanti. “Reggio ha meritato – afferma coach Vitucci al termine del match -. Abbiamo avuto un approccio sbagliato. Sono io il responsabile di tutto ciò e me ne scuso”. Il coach biancoverde prosegue ancora: “Nel girone di ritorno dobbiamo invertire questo trend. In settimana avevo qualche presentimento negativo, ma adesso non voglio parlarne. Abbiamo tradito le attese di società e città”.

Reggio Emilia: White 16, Brunner 10, Bell 15, Silins 9, Cinciarini 15; Filloy 6, Antonutti 7, Frassineti ne, Kaukenas 3, Cervi 15, Pini ne. All.: Menetti.

Avellino: Thomas 6, Lakovic 15, Richardson 14, Ivanov 8, Cavaliero 6; Biligha 2, Spinelli 3, Picariello ne, Dragovic, Morgillo ne, Hayes 11, Dean 8. All.: Vitucci.

Arbitri: Vicino, Paglialunga e Lo Guzzo.

Note: Parziali 32-8, 61-33, 83-54. Antisportivo a Lakovic a 8’45’ del primo quarto. Usciti per falli Brunner e White.

Print Friendly

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (No Ratings Yet)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it