sabato 26 maggio 2018
Flash news:   Inchiesta buste paga gonfiate al Comune, il via al dibattimento con la deposizione dell’ex sindaco Paolo Spagnuolo: “Siamo molto fiduciosi, il verdetto a tutela degli atripaldesi arriverà” Non approvano il Rendiconto 2017, il prefetto di Avellino diffida 62 consigli comunali tra cui Atripalda Prosciolto l’ex comandante dei vigili di Atripalda Salsano La Soprintendenza non ha i fondi e a salvare Abellinum dal degrado ci pensano i volontari della Pro Loco. FOTO Autovelox sulla Variante, Sinistra Italiana Atripalda critica le due Amministrazioni Spagnuolo: “finora spesi 100mila euro con entrate pari a zero” La città si stringe attorno a Santa Rita e aspetta “il miracolo”. FOTO Il Circolo di Atripalda ritorna alla Novecolli Serie C, l’Atripalda Volleyball batte Massa in scioltezza e si prepara all’ultima trasferta della stagione Lotta all’evasione tributaria, il Comune avvia un censimento sulle utenze non domestiche per la Tari Sgominata dai Carabinieri pericolosa banda dedita ai furti di auto: oltre 30 quelle rubate

Il sindaco Spagnuolo accoglie Assunta Di Fiandra nella Biblioteca comunale

Pubblicato in data: 1/7/2014 alle ore:14:51 • Categoria: AttualitàStampa Articolo

di-fiandraQuesta mattina intorno alle 10 ha fatto il suo ritorno nella biblioteca comunale di piazza Sparavigna la dottoressa Assunta Di Fiandra. Ad accoglierla con un mazzo di fiori il sindaco della cittadina del Sabato, Paolo Spagnuolo, il delegato alla Cultura Raffaele Barbarisi, il consigliere al Turismo Flavio Pascarosa e la segretaria generale del comune di Atripalda Clara Curto. Molto entusiasta la dottoressa Di Fiandra, che svolgerà il ruolo di consulente esterno (dal 1 luglio al 31 dicembre 2014), pronta subito a rimettersi a lavoro nella biblioteca Comunale.
di-fiandreLe abbiamo augurato un bentornata. La dottoressa Di Fiandra è colei che ha dato grande lustro negli anni passati a questa biblioteca – spiega il primo cittadino -. E’ stato questo il motivo per cui abbiamo voluto fortemente un suo ritorno in questa struttura. Un atto fortemente voluto, poiché è innegabile la passione, la costanza e l’impegno profuso dalla Di Fiandra, durante gli anni in cui ha retto le sorti della biblioteca comunale che proprio quest’anno festeggia i quaranta anni dalla sua istituzione e che possiede un patrimonio di tutto rispetto che deve essere tutelato e con una media giornaliera di 55 ragazzi che la frequentano quotidianamente. E l’esperienza della Di Fiandra con l’ausilio del lavoro quotidiano di tutti gli altri impiegati faranno della struttura un vanto per tutta la comunità atripaldese“.  di-fiandra-3

Print Friendly, PDF & Email

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

Ti È piaciuto questo articolo? Votalo adesso!
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (7 votes, average: 2,00 out of 5)
Loading...


Non saranno pubblicati commenti offensivi, diffamanti o lesivi della dignità umana e professionale di amministratori, politici o semplici cittadini. La redazione di AtripaldaNews si riserva la possibilità di pubblicare solo parte del contenuto, procedendo a tagliare le frasi offensive. Invitiamo i nostri lettori, nel rispetto delle regole di una società civile, a firmare con nome e cognome i propri commenti.

18 Risposte »

  1. Uaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

  2. Veramente una bella foto di gruppo.

  3. Quanto tempo ho trascorso in biblioteca e quanti ricordi. Un affettuoso ben tornata alla dott.ssa Di Fiandra!
    Colgo l’occasione anche per salutare la mia confidente delle “paure” da esame Sara, un altro pilastro della Biblioteca!
    Massimo Marrano

  4. Largo ai giovani

  5. La meglio gioventú

  6. Adesso il comune la paga ?? Se ci teneva alla biblioteca faceva la volontaria……non ho parole

  7. Io non sono d’accordo che è ritornata la dottoressa Assunta Di Fiandra era già impiegata comunale, adesso è pensione.
    Questa aministrazione spagnuolo assume gente che gia ha lavorato, si poteva invece prendere un giovane laureato che veramente ne ha bisogno di lavoro. che delusione mi da questa amministrazione

  8. Sono d’accordo con Roberto, largo ai giovani. la dott.di fiandra ringraziando DIO VIVERE IN SANTA PACE, VIENI RETRIBUITA CON UN OTTIMA PENSIONE SIA LEI CHE IL MARITO. VERGOGNATEVI.

  9. La cosa che mi fa pensare e’ che mentre veniva reintegrata la dottoressa in biblioteca contestualmente sua figlia nunzia entrava tra i banchi dell’opposizione.Sara un caso o sotto sotto qualcosa sta accadendo?

  10. X ROBERTO
    Bravo.

  11. Ad ogni modo la dott.ssa di Fiandra è una persona competente: mi domando perché, però, non assumere un giovane e, in questo semestre, affiancargli la di Fiandra.

  12. Al messaggio numero 6: nella mia vita ho raggiunto tutti gli obiettivi professionali e privati per cui l’aggettivo di fallito forse è più consono a chi scrive messaggi anonimi.
    cordialmente

  13. Ma e’ davvero incredibile…ma assumete i giovani meritevoli del nostro paese…..
    rispetto per chi ha lavorato con abnegazione….
    ma per favore un po di gioventù…
    in un posto come la biblioteca…
    FATE UN CONCORSO PER I GIOVANI MERITEVOLI E NON RACCOMANDATI.

  14. Purtroppo questa è il modo di fare politica.
    Non possiamo farci nulla. Certo sarebbe stato più coerente, assumere un giovane disoccupato.
    Ottimo il commento di Atripaldese (n.6 ).

  15. X Marrano.
    Quà nessuno mette in dubbio le capacità della De Fiandra, ma secondo te, non era più logico far guadagnare qualcosa a qualche giovane disoccupato.
    Tanto si sa quale duro lavoro si fa alla biblioteca comunale.

  16. La biblioteca Comunale, fu una lontana invenzione politica.

  17. Sono d’accordo per quello che ha detto Andrea Mazza la figlia della signora De Fiandra sarebbe Nunzia Battista che è entrata in consiglio all’ opposizione al posto di Raffaele La Sala che si è dimesso.
    io non credo che Nunzia Batista farà opposizione anzi appoggerà la giunta spagnuolo

  18. Fate largo ai giovani.

Lascia un tuo commento

Statistiche Mercoglianonews.it